A.M. Best assegna i rating di affidabilità creditizia a S2C

Analisi - Gestione - Valutazione - Consulenza Imc

Analisi - Gestione - Valutazione - Consulenza Imc

A.M. Best ha assegnato a S2C – Compagnia di Assicurazioni di Crediti e Cauzioni (S2C) un rating di solidità finanziaria di B+ (Buono) ed un rating di credito dell’emittente a lungo termine di “bbb-”. L’outlook assegnato a questi rating è stabile. S2C è una compagnia specializzata nel mercato italiano delle fideiussioni. La compagnia, evidenziano dall’agenzia di rating, fa leva sulle sue competenze specialistiche per fronteggiare i grandi operatori di mercato e mantenere i premi ad un livello sostenibile. Secondo A.M. Best, S2C ha una struttura di ERM (Enterprise Risk Management) sviluppata, con chiari livelli di propensione al rischio e con margini di tolleranza ben definiti.

I rating – si legge in una nota – riflettono la solidità patrimoniale della compagnia, che A.M. Best classifica adeguata, così come la sua performance operativa, profilo di mercato limitato e gestione del rischio aziendale appropriata.

La capitalizzazione risk-adjusted di S2C, spiegano dall’agenzia di rating, così come calcolata dal Best’s Capital Adequacy Ratio (BCAR), è classificata al livello più elevato ed A.M. Best prevede che questa rimanga molto forte nel medio termine. Fattori che controbilanciano la solidità patrimoniale della società sono la significativa concentrazione in titoli di Stato italiani, la limitata flessibilità finanziaria e la contenuta base patrimoniale, che aumenta la potenziale volatilità della capitalizzazione risk-adjusted. La dipendenza dalla riassicurazione è elevata, sebbene il rischio di credito associato sia in parte mitigato dai rapporti di lunga data con riassicuratori di eccellente qualità creditizia.

S2C nel passato ha registrato buoni risultati operativi, guidati dalla sua solida profittabilità tecnica ed evidenziati da un combined ratio medio del 73% calcolato sui cinque anni dal 2013 al 2017. Nel 2017, l’indicatore è aumentato di quattro punti percentuali rispetto all’anno precedente, attestandosi al 68% a causa di un deterioramento della sinistrosità. Sebbene dal 2012 i risultati siano stati buoni, A.M. Best ritiene che la performance futura sarà strettamente correlata alle condizioni economiche dell’Italia e soggetta a potenziale volatilità.

Intermedia Channel

Related posts

Top