ACCORDO ALLIANZ-CODACONS PER RIDURRE RC AUTO

Massimali Rc AutoCompagnia e associazione consumatori insieme per ridurre i costi delle polizze Auto e promuovere la conciliazione paritetica

Allianz Italia e Codacons insieme per ridurre i costi della RC Auto e promuovere la conciliazione paritetica, “strumento fondamentale per la semplificazione delle procedure di risarcimento degli assicurati, nell’ottica di una sempre maggiore attenzione al cliente”.

L’accordo, che è stato stipulato oggi a Roma dal Presidente del Codacons Carlo Rienzi, dal Vice Direttore Generale di Allianz Italia Fabio Sattler e dal responsabile Business Development Attività Distributive Raffaele Rasio, prevede le seguenti condizioni a favore degli aderenti al Codacons:

  • Uno sconto del 10% sulla RC Auto e altre garanzie;
  • L’ impegno ad esperire la conciliazione paritetica;
  • Il divieto della cessione del credito;
  • L’ utilizzo delle carrozzerie fiduciarie.

Siamo certi del fatto che, se i clienti saranno in grado di apprezzare lo strumento della conciliazione paritetica – ha dichiarato Sattler –, fortemente auspicata anche dalle Autorità di Vigilanza, si potranno avere immediati benefici in termini di riduzione del numero e del costo complessivo degli interventi legali “inutili”, con la logica conseguenza di ridurre il costo complessivo dei sinistri in tutte quelle voci “improprie ed indirette” che non vanno a beneficio del consumatore, creando così le premesse per una significativa diminuzione dei prezzi. Sin dalla firma dell’accordo, gli aderenti al Codacons potranno contare su uno sconto del 10% sul costo della polizza RC Auto, oltre ad altri importanti vantaggi”.

E’ un piccolo ma significativo passo avanti nella lotta alla crisi ed ai balzelli che, a prescindere dalla rc auto, subiscono gli italiani – ha proseguito Rienzi –; assicurarsi con lo sconto e avere anche la tessera del Codacons per difendersi dai soprusi sarà sicuramente un vantaggio per tantissimi cittadini”.

Abbiamo raccolto l’invito delle Autorità indipendenti a rendere meno onerose le polizze che gravano sugli automobilisti – ha sottolineato il vicepresidente dell’associazione, Gianluca Di Ascenzo. Abbiamo dato concretezza alle proposte fatte dall’Ivass e dall’Antitrust e fatto avere ai consumatori un congruo sconto, in tutto il territorio nazionale”.

In dettaglio, il prodotto messo a punto da Allianz a favore delle Associazioni dei Consumatori prevede l’accettazione da parte dell’assicurato di una clausola che vieta la cessione del credito RC Auto, impedendo di fatto lo sviluppo del cosiddetto “mercato dei sinistri”. Nel caso di sinistro, inoltre, l’assicurato si rivolgerà per le riparazioni dei danni subiti all’autovettura a una delle oltre 1.500 carrozzerie fiduciarie convenzionate con il gruppo Allianz e capillarmente diffuse su tutto il territorio nazionale.

Ancor più significativa, segnala il Codacons, la clausola che impegna l’assicurato a ricorrere alla conciliazione paritetica nel caso di una controversia su un sinistro. Tale procedura può essere avviata per i sinistri RC Auto con risarcimento per danni a cose e/o persone fino a 15mila euro, come stabilito dall’accordo quadro tra l’Ania e le Associazioni dei Consumatori.

La procedura si attiva su input del danneggiato per il tramite dell’associazione e la controversia viene quindi discussa da una camera di Conciliazione composta da un rappresentante Allianz e un rappresentante Codacons. La procedura si chiude in 30 giorni dal ricevimento della domanda da parte della compagnia ed è gratuita. In caso di esito positivo, il procedimento si conclude con la sottoscrizione di un verbale di conciliazione che ha efficacia di accordo transattivo; in caso di esito negativo, viene redatto un verbale di mancato accordo e l’assicurato valuterà se ricorrere al giudice.

I casi di controversia per i quali è prevista la conciliazione paritetica – precisa il Codacons – riguardano gli assicurati che non hanno ricevuto risposta dalla compagnia entro i termini di legge, gli assicurati cui è stato negato il risarcimento e coloro che hanno accettato il risarcimento a titolo di acconto, perché non si siano affidati ad altri soggetti per la gestione del sinistro.

Intermedia Channel

Related posts

Top