ACCORDO “CASA COMUNE” REALE MUTUA: UNAPASS SCRIVE AL GRUPPO AGENTI

Il presidente del sindacato, Massimo Congiu, esprime tutte le sue perplessità in merito ad alcuni punti dell’accordo proposto dalla compagnia torinese al proprio gruppo agenti. Ecco quali sono le criticità…  

Massimo Congiu, presidente di Unapass ha scritto a Roberto Briccarello, presidente del Gruppo agenti Reale Mutua, in merito all’Accordo Casa Comune.

Pur rispettando il principio delle prerogative negoziali in capo al gruppo e agli agenti, Congiu vede alcune criticità «senza un preventivo coordinamento tra le organizzazioni sindacali di categoria e le attività dei singoli gruppi agenti».

«L’accordo 2012 stipulato da Reale Mutua (nella foto, la sede) e dal suo gruppo agenti presenta, infatti, nel suo complesso, aree normative che necessitano di approfondimenti e di qualche osservazione”», ha evidenziato Congiu, fin dalla definizione di agenti esistenti riferita ai soli iscritti al gruppo. Ma il punto centrale riguarda il pericolo di un’elusione delle norme che vietano l’esclusiva  stabilite dalle Leggi Bersani e la “pari legittimità” dell’accordo Casa Comune  all’Ana 2003, alle lettere di nomina e ancora ad accordi privati specifici di ogni singolo agente».

Ambiti di contrattazione collettiva  che, in virtù della rappresentatività, spettano istituzionalmente ad Ania, Sna e Unapass e i tempi ristretti (10 giorni, ndr) concessi a ogni agente per determinare le proprie scelte spingono Congiu a ritenere che «sarebbe auspicabile sensibilizzare l’impresa mandante per un rinvio delle tempistiche».

Scarica e leggi le  Osservazioni di Unapass all’accordo Casa Comune

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top