ACE–Chubb, un matrimonio da 28 miliardi di dollari

M&A - Fusioni e acquisizioni Imc

M&A - Fusioni e acquisizioni Imc

Nuova maxi-aggregazione nel settore assicurativo: la società madre del Gruppo ACE si unisce all’ottava compagnia statunitense dei rami Danni, in un’operazione da 28 miliardi di dollari, per creare un nuovo colosso dei rami Danni su scala globale – che avrà nome Chubb – con quasi 46 miliardi di dollari di patrimonio netto e ulteriori 150 miliardi in liquidità, investimenti ed altre attività. Evan G. Greenberg, attuale presidente e CEO di ACE Limited, ricoprirà le medesime cariche nella nuova compagnia allargata

All’indomani dell’annuncio della fusione da 18 miliardi di dollari tra Willis e Towers Watson, prende il via un’aggregazione nel settore assicurativo ancora più rilevante per dimensioni ed importi. I CdA di ACE Limited e The Chubb Corporation hanno infatti approvato all’unanimità l’accordo definitivo in base al quale la società madre del Gruppo ACE acquisirà l’ottava compagnia statunitense dei rami Danni.

In base ai termini della transazione, gli azionisti Chubb riceveranno, per ogni titolo detenuto, 62,93 dollari in contanti e 0,6019 azioni ordinarie ACE. Sulla base del prezzo di chiusura di ACE al NYSE (New York Stock Exchange) dello scorso 30 giugno, il valore totale dell’operazione è di circa 124,13 dollari per ogni azione Chubb, ovvero 28,3 miliardi di dollari complessivi. Alla chiusura della transazione, gli azionisti di ACE controlleranno il 70% della nuova società, mentre gli azionisti di Chubb deterranno il rimanente 30%

Dall’unione di ACE e Chubb – si legge in una nota congiunta – è prevista la nascita di una realtà leader su scala globale nei rami Danni, con un rafforzamento reciproco dei tassi di crescita e di redditività ed un significativo bilanciamento operativo, grazie alla maggiore diversificazione e ad un mix di prodotti con una minore esposizione alla ciclicità dei prezzi dei rami Danni. La nuova compagnia avrà un’elevata complementarietà nelle soluzioni, nei canali distributivi e nei segmenti di clientela. L’uniformità nella disciplina di sottoscrizione e nella gestione dei sinistri, unita alla maggiore quantità di dati a disposizione, getterà inoltre le basi per nuove opportunità di crescita redditizia su scala globale, sia nei mercati avanzati che in quelli in via di sviluppo. In base ai risultati consuntivi dell’esercizio 2014, la nuova realtà aggregata potrà contare su un patrimonio netto di quasi 46 miliardi di dollari e di ulteriori 150 miliardi in liquidità, investimenti ed altre attività.

“Siamo entusiasti di poter annunciare l’acquisizione di Chubb, una autorevole compagnia con un grande marchio alle spalle – ha detto Evan G. Greenberg (figlio di Maurice “Hank” Greenberg, storico presidente e CEO di AIG pre-crisi subprime), presidente e CEO di ACE Limited –. Questa operazione fa progredire enormemente i nostri piani strategici e rappresenta una straordinaria opportunità per la creazione di valore duraturo sia per ACE che per gli azionisti di Chubb. Aggregheremo due grandi realtà enormemente complementari, con l’obiettivo di crearne una migliore ed unica nella suo segmento, grazie a prospettive di crescità e di redditività molto superiori alla semplice somma delle due compagnie separate”.

“Si tratta di un’operazione avvincente sia per Chubb che per ACE. L’aggregazione riguarderà due compagnie altamente apprezzate e di successo, con grande complementarietà nelle competenze, nelle attività e nella presenza geografica – ha aggiunto John D. Finnegan, presidente e CEO di Chubb –. Siamo certi che l’unione tra le nostre società rafforzerà ulteriormente la nostra reputazione come fornitore di soluzioni dei rami Danni su scala globale”.

La nuova compagnia assumerà il nome di Chubb (anche se la sede principale sarà quella di ACE Limited a Zurigo) e sarà guidata da Evan G. Greenberg in qualità di presidente e CEO. John D. Finnegan ricoprirà l’incarico di vicepresidente esecutivo con responsabilità sulle attività nordamericane. Il CdA della nuova realtà sarà ampliato da 14 a 18 membri con l’ingresso di quattro amministratori indipendenti, provenienti dall’attuale board di Chubb.

Nell’arco di tre esercizi dalla chiusura dell’operazione (che dovrebbe avvenire entro il primo trimestre 2016, previo ottenimento delle necessarie autorizzazioni regolamentari e dell’approvazione da parte delle assemblee degli azionisti di entrambe le società), ACE e Chubb prevedono infine di raggiungere risparmi di spesa annui di circa 650 milioni di dollari ante imposte, grazie soprattutto all’eliminazione dei costi aziendali sovrapponibili. Le sinergie e le efficienze derivanti forniranno una maggiore flessibilità alla nuova società per investimenti nelle persone, in tecnologia, prodotti e canali distributivi.

Intermedia Channel

Related posts

Top