ADICONSUM: «DANNI NATURALI? SI CREI UN FONDO MUTUALISTICO PRESSO CONSAP»

Pietro Giordano Imc

Un fondo con contributi pubblici e privati. «Si potrebbero stipulare polizze assicurative cumulative capaci di coprire parzialmente o per intero gli eventi catastrofali», dice Pietro Giordano.  

«Per far fronte alla ricostruzione in caso di calamità naturali è necessario un Fondo mutualistico presso la Consap con contributi pubblici e privati». A chiederlo è Pietro Giordano (nella foto), segretario generale di Adiconsum.

«Nei fatti, il decreto approvato ha dato il via, in caso di dichiarazione dello stato di calamità naturale, a ordinanze con indicazioni che riguardano esclusivamente l’organizzazione dei servizi di pronto soccorso e di assistenza ai soggetti colpiti dall’evento, non più ad aiuti per la ricostruzione. Chi sarà assicurato sarà risarcito», prosegue Giordano, «e chi non lo sarà non riceverà alcun aiuto dallo Stato. Ecco perché il decreto prevede la possibilità di stipulare coperture assicurative su base volontaria contro i rischi di danni derivanti da calamità naturali e di estendere quella già insistente sull’abitazione. È l’ennesimo taglio all’intervento pubblico in favore dei cittadini, che però non può essere unicamente scaricato per l’ennesima volta sui cittadini, in presenza di dissesti idrogeologici e di parziale o totale salvaguardia del territorio e di norme antisismiche spesso obbligatorie solo nelle aree sismiche tradizionali».

Per Giordano, è necessario creare «un Fondo mutualistico presso la Consap, con contributi pubblici e con interventi economici privati, capace di intervenire in caso di calamità naturali. Si potrebbero stipulare così polizze assicurative cumulative capaci di coprire parzialmente o per intero gli eventi catastrofali».

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top