AEC aderisce al Clusit ed entra nel business Cyber Risk

AEC 15 anni HiRes

AEC 15 anni HiResWorkshop di approfondimento in collaborazione con Chubb il prossimo 8 giugno durante i lavori del Security Summit

AEC Wholesale Group aderisce al Clusit ed entra nel business del Cyber Risk, grazie alla partnership strategica con Chubb (già consolidata su D&O, Tech Pro e rischi ambientali). Aderendo all’Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, “che rappresenta il punto di riferimento a livello nazionale sui temi dei rischi informatici”, AEC – si legge in una nota – “intende essere promotore, unico intermediario tra aziende di tutti i settori e dimensioni, delle competenze e degli aggiornamenti sulla sicurezza e sui Cyber Risk”.

L’impegno sul Cyber Risk per le PMI e le PP.AA. “nasce dalla consapevolezza che nonostante i numerosi adempimenti in tema di IT security a cui sono sottoposte tanto le PP.AA. (ad es. il Codice Amministrazione Digitale) che le aziende di tutte le dimensioni (d.lgs. 196/2003, d.lgs. 231/2001, codice penale, etc.), solo le grandi aziende si sono dotate di coperture Cyber Risk”, in particolare quelle appartenenti ai settori bancario, telecomunicazioni, IT.

Per permettere alle PMI ed alle pubbliche aministrazioni di accedere alle coperture Cyber – prosegue la nota – AEC “ha deciso di scendere in campo in questo business in considerazione, tra l’altro, del rafforzamento delle norme sulla protezione dei dati personali contenute nel “Pacchetto protezione dati” del Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali approvato ad aprile scorso dal Parlamento Europeo, che sarà applicabile dal 2018”.

Destinatari naturali di questi rischi, segnala AEC, sono trasversalmente tutti i settori e non solo quello dell’informatica, in quanto tutti – PP.AA., PMI nonché il cd. Terzo Settore – fanno ormai ampio uso di tecnologie e dati.

Nell’ottica di avvicinare i propori corrispondenti “alle più innovative soluzioni assicurative Cyber che il mercato mette a disposizione”, AEC ha organizzato per il prossimo 8 giugno, nell’ambito della tappa di Roma del Security Summit, una sessione speciale di approfondimento in collaborazione con Chubb dal titolo: CYBER RISK: PMI e P.A. sono pronte? Giornata di approfondimento con esperti del settore.

In occasione di questo incontro, dopo una serie di relazioni dedicate alla normativa europea, alla loss prevention ed alla gestione del sinistro, AEC presenterà il panorama del trasferimento del rischio residuo informatico (ora chiamato Cyber) per la generalità delle aziende, ivi comprese le PP.AA., “nel quadro del quale si colloca la soluzione che sarà disponibile a breve studiata specificatamente” per la fascia più numerosa delle aziende e pubbliche amministrazioni. La soluzione prevede la fornitura, inclusa nel costo della polizza, di un servizio di emergenza da parte di società specializzate nel risolvere stati di crisi informatica in conseguenza di Data Breach e attacchi informatici.

«Pochissime sono le aziende assicurate per questo tipo di rischi e che hanno sviluppato una sensibilità sul tema – ha osservato Fabrizio Callarà, amministratore delegato del Gruppo AEC –. In linea con la solida partnership con Chubb, il nostro obiettivo come Gruppo AEC è sviluppare lo small/middle market per consentire a tutte le piccole e medie aziende, alle PP.AA. ed ai professionisti interessati da questi rischi di avere una buona copertura e, al contempo, anticipare gli obblighi derivanti da norme sempre più stringenti e onerose».

Per partecipare all’evento e per ulteriori informazioni si può consultare la pagina dedicata del sito AEC.

Intermedia Channel

Related posts

Top