AEC, il 2018 si apre con novità di prodotto e partnership strategiche per i corrispondenti

AEC (2) HiRes HP

AEC (2) HiRes HPAEC Wholesale Group apre il 2018 “riconfermando, ancora una volta, la sua vocazione dinamica e tesa all’ampliamento costante della sua offerta, fedele alla sua mission di essere un canale preferenziale di accesso ai rischi di nicchia ed a compagnie internazionali di elevatissimo standing”.

AEC ha infatti siglato in questi primi mesi dell’anno un accordo strategico di distribuzione con HDI Global, i cui prodotti saranno ora a disposizione degli intermediari indipendenti, corrispondenti del Gruppo guidato da Fabrizio Callarà.

La partnership con HDI Global – si legge in una nota – nasce in particolare all’insegna dello sviluppo operativo dei rischi ambientali, ­“area per la quale AEC è già da tempo in campo”. Per questo motivo, il Gruppo ha deciso di aderire all’incontro promosso da HDI Global dal titolo Il rischio inquinamento per le aziende industriali, gli enti pubblici e nelle operazioni di M&A, che sarà aperto a tutti i Corrispondenti di AEC e che si svolgerà il prossimo 12 marzo a Milano (presso il Centro Congressi Fondazione Cariplo, in Via Romagnosi 8, dalle 14.30 alle 17.30).

Contemporaneamente il Gruppo ha consolidato la partnership con CNA Hardy, andando ad ampliare la gamma di prodotti. Nello specifico, AEC è da oggi in grado di mettere a disposizione dei propri corrispondenti nuove polizze CNA Hardy fra le quali Rc Professionale Consulenti in Ambiente e Sicurezza, Componenti della commissione giudicatrice gare prevista nel codice appalti, D&O easy business, Rc Professionale del Data Protection Officer (DPO), rimborso delle spese per il recupero dell’immagine per danni reputazionali, Rc Professionale del Perito industriale ed Edile.

«Quest’anno abbiamo raggiunto quota 27 rapporti di collaborazione con altrettante primarie compagnie di assicurazione –  ha commentato il fondatore e AD di AEC Wholesale Group, Fabrizio Callarànostro obiettivo sarà quello di incrementare ulteriormente il business grazie a due direttrici: potenziamento dei rapporti di collaborazione con compagnie ed intermediari ed espansione di nuove linee di business grazie ai nuovi, innovativi, prodotti offerti proprio dagli assicuratori nostri partner».

Intermedia Channel

Related posts

Top