Al via la 3^ edizione dell’Aviva Community Fund

Aviva Community Fund 2017

Aviva Community Fund 2017

La compagnia assicurativa continua ad investire nel non profit italiano

Si sono aperte nella giornata di ieri, martedì 5 dicembre, le candidature alla terza edizione di Aviva Community Fund, fondo benefico della compagnia assicurativa Aviva per il finanziamento di organizzazioni non profit attive sul territorio italiano.

Con questa iniziativa – si legge in una nota – la compagnia (fin dal 2015, anno di debutto) ha inteso sottolineare “l’importanza del lavoro delle organizzazioni locali in favore del territorio e delle comunità”. Le categorie oggetto di candidatura per l’edizione 2017 sono tre – “Sostegno alla salute”, “Al fianco degli anziani” e “Occupazione” – e le donazioni messe a disposizione sono in totale dieci. Per ciascuna categoria Aviva ha previsto un premio da 15.000 e uno da 8.000 Euro, a cui si aggiungono quattro premi speciali da 5.000 Euro.

Sarà possibile candidare il proprio progetto a favore della comunità locale accedendo al sito www.avivacommunityfund.it, previa registrazione e compilando l’apposito form. Sarà possibile presentare online il proprio progetto fino alle ore 18 del 15 febbraio 2018. Dall’1 al 29 marzo 2018, invece, sarà possibile votare online per i progetti candidati. I sette progetti più votati di ciascuna categoria passeranno al vaglio della giuria dell’Aviva Community Fund, che sceglierà i due più meritevoli per ciascuna. Come anticipato, saranno inoltre attribuiti quattro premi speciali, individuati tra i 21 finalisti indipendentemente dalla categoria di appartenenza. I vincitori saranno annunciati il 15 maggio 2018.

“Il successo delle edizioni precedenti – ha commentato Arianna Destro, Chief Customer Officer di Aviva – ci ha spronato a continuare su questo percorso che ci vede al fianco delle comunità in cui operiamo. Il ruolo che le organizzazioni non profit svolgono a sostegno dei cittadini è imprescindibile e noi di Aviva vogliamo supportarle nel loro lavoro quotidiano. Spesso per organizzazioni molto radicate sul territorio, ma magari di piccole o medie dimensioni, è difficile farsi conoscere e ottenere i finanziamenti necessari a progredire nel loro lavoro. È proprio a queste realtà che vogliamo rivolgerci. Quest’anno ci focalizzeremo su tre importanti campi di azione: salute, anziani e occupazione, dove la voglia di rimboccarsi le maniche e di mettersi in gioco possono davvero fare la differenza”.

Intermedia Channel

Related posts

*

Top