Alliance Insurance Group, una “Suite” per nuovi talenti

Alliance Group

Alliance Group

Parte oggi da CataniaAlliance is looking for talents, primo appuntamento di una campagna in quattro tappe di recruiting workshop itinerante nel territorio del centro sud Italia: seguiranno il 23 maggio Bari, l’8 giugno Napoli e il 23 giugno Roma

Alliance Insurance Group è alla ricerca di nuovi talenti che possano apportare valore aggiunto alla sua già consolidata realtà. Un gruppo costituito da quattro società – Alliance Broker, Experience, Agreensure Risk Consulting e Ins.a.y – connotate da “un’alta expertise nei settori di competenza” e che rivolgono “una forte attenzione verso i propri collaboratori e costantemente si adoperano per la valorizzazione delle reti territoriali, avvalendosi degli strumenti progettati e realizzati ad hoc”.

I talenti – si legge in una nota – “potranno beneficiare di un innovativo gestionale, con la funzione di enterprise social network. L’esperienza decennale del gruppo ha indotto a guardare lontano e a focalizzare il proprio interesse sul mondo dei social networks”. E’ stata infatti pensata, progettata e realizzata una piattaforma informatica battezzata con il nome di Alliance Suitee messa a punto da un’idea del CEO, Roberto Grattacaso, con l’ausilio tecnico-operativo della ForestCreation di Bucarest. Alliance Suite mette in relazione tutti coloro che operano ed orbitano intorno all’universo Alliance.

“Il vantaggio di avere un gestionale che veste i panni di un enterprise social network – spiega Grattacaso – risiede in quegli elementi che hanno fatto il successo dei più noti Facebook, Twitter, LinkedIn, etc. Inducono ad utilizzare il linguaggio a cui oggi tutti siamo abituati, la fruizione avviene attraverso azioni intuitive e dirette, la comunicazione è immediata ed efficace, senza formalità. Si stabiliscono relazioni facilmente gestibili, si commentano eventi, si lanciano temi di discussione ed approfondimento, si scambiano documenti, immagini, filmati ed altro. Tutto questo avviene abbassando le barriere tra le diverse funzioni aziendali ed i diversi comparti, operando una sorta di appiattimento della struttura gerarchica e favorendo l’insorgere di un clima collaborativo, orientato alla risoluzione del problema. Un dialogo aperto, mai unidirezionale, ma sempre multi-direzionale ed accessibile a tutto il contesto di riferimento”.

Un’intuizione che, secondo Alliance, “seppur all’avanguardia, annovera già una folta schiera di sostenitori”. Il gruppo cita Marco Minghetti – Associate partner di OpenKnowledge e docente presso l’Università di Pavia –, che in un articolo pubblicato su Nòva – Il Sole 24 Ore definisce gli enterprise social networks “la voce dei dipendenti (…) un canale aperto, discorsivo e dinamico che richiama i dipendenti a discutere tra loro su temi rilevanti per le loro organizzazioni, e i social network interni forniscono un luogo sicuro per tali conversazioni online”.

“A differenza della politica della maggior parte delle aziende – prosegue la nota –, che vieta ai dipendenti i social networks, Alliance Insurance Group ne incoraggia l’utilizzo, avendone riconosciute le forti potenzialità che possono realizzarsi e valorizzarsi soprattutto in ambito aziendale e business, tanto da crearne uno tutto suo. I vantaggi di Alliance Suite, però, non si esauriscono con quelli dei social networks, è pur sempre un gestionale, che consente di gestire il flusso operativo con la massima efficienza ed economicità e permette una progressiva dematerializzazione della modulistica; la tanto ambita digitalizzazione è una realtà in Alliance, non a caso uno dei primi pay off è stato “Insurance & Technology””.

Intermedia Channel


Programma “Alliance is looking for talents”

Related posts

Top