Allianz Italia, in crescita premi ed utile operativo dopo il terzo trimestre 2017

Milano - Allianz Tower Imc

Milano - Allianz Tower Imc

I premi totali salgono del +7,2% – superando quota 11 miliardi di Euro – e l’utile operativo sfiora il miliardo (+13%). Il canale agenti “si riafferma chiave nelle strategie della compagnia, contribuendo significativamente ai positivi risultati”

Nei primi 9 mesi del 2017, Allianz Italia (nella foto, la Torre Allianz di Milano) ha registrato una crescita dei premi del 7,2%, superando quota 11 miliardi di Euro. Il positivo andamento, spiega la compagnia in una nota, è stato sostenuta principalmente dallo sviluppo del comparto Vita (+11,4% anno su anno), mentre il ramo Danni ha ancora segnato una flessione (-2% sul dato a fine settembre 2016).

Allo stesso tempo, la profittabilità si è confermata a livelli elevati, con un utile operativo che ha raggiunto i 990 milioni di Euro (+13% rispetto ai primi nove mesi del 2016) ed un combined ratio dell’82,5%, in miglioramento di 3,8 punti percentuali rispetto al terzo trimestre 2016.

Anche il segmento Vita “ha contribuito in modo importante, focalizzandosi sulla strategia di creazione di valore”. Il rialzo del valore della nuova produzione è stato pari al 32,8% con un business mix che ha visto le soluzioni unit-linked pesare per l’89% sui volumi complessivi della nuova raccolta.

“Anche quest’anno ci stiamo avviando per il sesto anno consecutivo a contribuire con oltre un miliardo di euro di utile operativo ai risultati della Capogruppo. Nel 2017 Allianz Italia sta sia confermando un recupero della raccolta premi Danni, sia proseguendo il suo trend positivo nel Vita, mantenendo allo stesso tempo un’eccellente profittabilità – ha commentato Klaus-Peter Roehler, amministratore delegato della compagnia –. Questa strategia di crescita profittevole è in linea con la Renewal Agenda di Gruppo, che Allianz Italia condivide, supporta e attua con successo da anni, con gli Agenti assolutamente centrali nel nostro disegno strategico. Al tempo stesso, Allianz Italia sta collaborando strettamente con la Capogruppo e le altre realtà internazionali del Gruppo per sviluppare digital asset sempre più innovativi. Concentrandosi sulla centralità del cliente e sulla digitalizzazione a 360°, Allianz Italia ha continuato ad investire nella trasformazione del canale Agenti, con al centro l’ecosistema della Digital Agency, pluririconosciuta e ampiamente apprezzata dagli Agenti stessi, valorizzandone le forti competenze consulenziali. Anche l’efficace innovazione di prodotto ha avuto positivi riflessi sulla customer experience dei clienti Allianz. Tutto ciò ha certamente contribuito ad una forte reputazione del marchio sul mercato italiano”.

Per quanto riguarda l’andamento nel dettaglio dei principali comparti di attività, i rami Danni hanno chiuso il periodo intermedio con un utile operativo in rialzo del 20,3% a 798 milioni di Euro. La raccolta premi ha visto andamenti contrastati per i rami non-Auto e Auto. Per i primi, con volumi in crescita del 3,6%, la performance positiva è stata trainata dalle iniziative commerciali e tecniche implementate per sostenere la crescita del canale Agenti e dai miglioramenti nei prodotti di consulenza. Per l’Auto continua invece il trend di flessione (-5%), nonostante i segnali di recupero legati sempre al canale Agenti.

La compagnia diretta Genialloyd si conferma motore di crescita, registrando un incremento del 5,7% e raggiungendo quasi il mezzo miliardo di premi. Molto positiva anche la raccolta bancassicurativa, con indici di crescita a due cifre (+39,6%).

Per quanto concerne i premi Vita, detto del rialzo della raccolta e del valore della nuova produzione, anche la redditività settoriale ha segnato un miglioramento, con la marginalità in salita di 0,4 p.p. al 2,5%. Andamento negativo per l’utile operativo del comparto, sceso del 15% a 177 milioni. La variazione è però legata soprattutto ad alcuni effetti straordinari positivi registrati lo scorso anno e il dato è migliore rispetto alle attese societarie. La compagnia rimarca la buona performance del canale Agenti nelle Temporanee Caso Morte (con premi aumentati del 10,7% anno su anno) e l’incremento di prodotti unit-linked, i cui premi sono cresciuti del +41,7%.

Andamento molto positivo anche per i Financial Advisor, con un rialzo dei premi del 27,5% (a 2,9 miliardi di Euro) ed una nuova produzione in pratica totalmente legata a polizze unit-linked (99%). I flussi netti sono aumentati a 1,5 miliardi (con 20 mesi consecutivi di crescita positiva) ed il valore della nuova produzione del canale ha fatto segnare un aumento del 27,6% rispetto al corrispondente periodo dell’anno scorso, con una marginalità pari al 3,2%.

Intermedia Channel

Related posts

Top