ALLIANZ ITALIA: OO.SS. STUDIANO LA PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CIA

Dopo le ferie di agosto, via libera alla tornata di assemblee per la presentazione e l’approvazione della piattaforma di rinnovo del Contratto integrativo aziendale.  

In questi giorni, le OO.SS. stanno definendo nei dettagli le richieste che andranno a comporre la piattaforma rivendicativa per il rinnovo del Contratto integrativo aziendale (Cia) dei lavoratori del gruppo assicurativo Allianz Italia spa. Passate le ferie estive si darà il via alla tornata di assemblee per la presentazione e l’approvazione della piattaforma di rinnovo. Il contratto integrativo, secondo quanto hanno fatto sapere le OO.SS., è scaduto in data 31/12/2011 e avrà una vigenza contrattuale di tre anni (futura scadenza il 31/12/2014).

Uno degli obiettivi è quello di rafforzare, anche nel caso di Allianz Italia spa, le relazioni industriali tra le parti sociali, «al fine di garantire e tutelare nella maniera più completa le lavoratrici e i lavoratori che vi operano giornalmente».

Le OO.SS. propongono «un protocollo condiviso di regole e di modalità operative atte a garantire all’interno del gruppo Allianz tutte le parti coinvolte qualora si verificassero dei processi “incontrollati” di ristrutturazione e riorganizzazione che potrebbero mettere in discussioni i livelli occupazionali nel suo complesso, la funzione sociale del lavoro nella sua distribuzione territoriale, la professionalità degli addetti coinvolti che vi operano, la redistribuzione territoriale della qualità e della quantità del lavoro in tutte le sedi in cui il gruppo opera».

Dal punto di vista normativo, le OO.SS. punteranno «a meglio puntualizzare, migliorare, e in taluni specifici casi omogeneizzare, aspetti di vita giornaliera lavorativa legati principalmente: alle agevolazioni ai lavoratori studenti; all’orario di lavoro e permessi; alla formazione professionale, al rapporto di lavoro a tempo parziale; alle coperture assicurative e ultrattività; alla previdenza complementare».

Per quanto riguarda, invece, il lato economico, sarà richiesto «un incremento, che individueremo in una percentuale di aumento che riterremo congrua, su tutte le voci economiche, quali ad esempio: indennità speciali; buono pasto; premio aziendale di produttività fisso, finalizzato anche al raggiungimento di una unica tabella di riferimento; personale esterno. Opereremo ovviamente anche per migliorare aspetti specifici legati all’attività lavorativa in Genialloyd».

Le OO.SS. ragioneranno anche «al fine di trovare la soluzione più adatta, rispetto alla parte variabile del premio aziendale di produttività, al fine di individuare quei parametri di efficienza e di incremento di produttività che ne possano limitare al massimo l’incertezza nell’erogazione». Proporranno, inoltre, «ulteriori momenti di confronto istituzionale su due argomenti quali lavoro a tempo parziale e ambiente/salute che richiedono costanti momenti di monitoraggio e verifica, andando nel caso dell’ambiente/salute a colmare una carenza di comunicazione e di informazione determinatasi con l’emanazione del Decreto Legislativo 81/2008».

Infine, verrà proposto «di sviluppare e migliorare all’interno del gruppo, in una logica di parità uomo/donna, i congedi parentali obbligatori per i lavoratori padri dipendenti, di cui alla recente riforma del mercato del lavoro».

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top