Allianz Italia riconferma l’impegno nel progetto Dualità Scuola-Lavoro

Allianz Italia - Progetto Dualità Scuola Lavoro 2017 - I ragazzi della seconda edizione Imc

Allianz Italia - Progetto Dualità Scuola Lavoro 2017 - Consegna certificazione Dual.Project Imc

Il team dei ragazzi raddoppia con l’arrivo di 30 nuovi studenti assunti in azienda con contratto di apprendistato part-time. Il progetto della compagnia assicurativa è il primo in Italia ad ottenere la certificazione Dual.Project della Camera di Commercio Italo-Germanica secondo il modello duale tedesco

Allianz Italia ha aperto nella giornata di ieri alla seconda edizione del progetto Dualità Scuola-Lavoro, modello di integrazione tra la formazione e l’occupazione giovanile che prevede l’inserimento lavorativo degli studenti in azienda.

Ieri mattina, infatti, 30 studenti e studentesse del quarto anno provenienti da cinque diverse scuole superiori milanesi hanno iniziato il loro percorso di formazione duale in Allianz Italia, aggiungendosi ai 30 giovani già assunti ad ottobre dello scorso anno e che attualmente frequentano il quinto anno di scuola. I ragazzi vengono assunti con un contratto di apprendistato retribuito part-time al 30% di due anni, e possibile rinnovo ad un ulteriore terzo anno, con una retribuzione annua lorda di circa 7.000 Euro, ferie e permessi, oltre a tutti i benefit aziendali, come i buoni pasto per il pranzo, il rimborso delle spese mediche e altre prestazioni da polizze assicurative aziendali. In particolare, il part-time si sviluppa in tre giorni al mese di presenza in azienda durante l’anno scolastico, seguiti da un periodo continuativo di lavoro per alcune settimane nei mesi estivi.

“Il progetto Dualità Scuola-Lavoro di Allianz Italia, che si ispira al modello duale tedesco, vuole offrire a giovani studenti meritevoli l’opportunità di lavorare in un ambiente innovativo di respiro internazionale – ha commentato il direttore generale di Allianz Italia, Maurizio Devescovi. Questa esperienza permette loro di sviluppare competenze nuove a completamento delle conoscenze scolastiche, costruendo una solida base formativa e ottenendo così un vantaggio competitivo per il futuro, quando i ragazzi entreranno definitivamente nel mondo del lavoro. Siamo particolarmente orgogliosi per i risultati ottenuti in questo primo anno dall’avvio del progetto: i ragazzi e le ragazze che abbiamo assunto hanno dimostrato grande impegno e coinvolgimento lavorando nei diversi ambiti aziendali, con positive ricadute sull’ambiente lavorativo nel suo complesso. Abbiamo pertanto deciso di riconfermare il nostro impegno nel progetto Dualità Scuola-Lavoro assumendo altri 30 studenti, ai quali oggi diamo il nostro benvenuto. Alla luce dell’esperienza coinvolgente dell’iniziativa e dei suoi riscontri positivi sia per i giovani sia per l’azienda, ci auguriamo che altre importanti imprese possano intraprendere questo interessante e innovativo percorso per la formazione e l’occupazione giovanile”.

Avviato nell’anno scolastico 2016/2017, evidenziano ancora dalla compagnia, il progetto è stato suggellato da un protocollo d’intesa tra Allianz e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Inoltre, grazie alla corrispondenza del percorso attuato da Allianz Italia con il modello duale tedesco, il progetto è il primo in Italia ad avere ottenuto la certificazione Dual.Project, rilasciata da Dual.Concept, società di formazione della Camera di Commercio Italo-Germanica.

“Riteniamo che l’iniziativa di Allianz Italia sia un esempio di successo basato sul modello di formazione duale tedesco e pertanto siamo lieti che il progetto abbia ottenuto un attestato di qualità tramite la certificazione di Dual.Concept”, ha spiegato Erwin Rauhe, presidente della Camera di Commercio Italo-Germanica, incontrando ieri l’amministratore delegato di Allianz Italia Klaus-Peter Roehler e i giovani della prima edizione del progetto durante la cerimonia di consegna del riconoscimento.

Intermedia Channel


Nella foto in apertura, la consegna della certificazione Dual.Project. Da sinistra a destra, Maurizio Devescovi (direttore generale di Allianz Italia), Klaus-Peter Roehler (amministratore delegato di Allianz Italia), Letizia Barbi (responsabile Gestione e Sviluppo di Allianz Italia), Erwin Rauhe (presidente della Camera di Commercio Italo-Germanica)

Related posts

Top