Allianz Italia punta sulla crescita nell’Auto e lancia Allianz Matrix, ecosistema digitale dedicato agli agenti

Allianz Racing Team 2019 - Giacomo Campora Imc

Allianz Racing Team 2019 - Giacomo Campora Imc

Allianz Matrix – presentato durante la Convention straordinaria Allianz Racing Team 2019 – è stato sviluppato per la rete agenziale, con il nuovo Virtual Advisor realizzato con iGenius. Grazie “all’interazione in linguaggio naturale e alla potenza dell’intelligenza artificiale”, gli agenti Allianz potranno quindi disporre sul proprio smartphone di informazioni in tempo reale per l’attività quotidiana

Allianz Italia ha riunito a Bologna 2.500 agenti in occasione della Convention straordinaria Allianz Racing Team 2019. Gli agenti Allianz, “centrali nella strategia della compagnia”, hanno potuto condividere con il top management dell’azienda – si legge in una nota – “i progetti per consolidare ulteriormente la propria competitività, in particolare nel business Auto, anche grazie ai consistenti investimenti in innovazione al servizio della rete agenziale”.

La compagnia ha infatti sviluppato per la propria rete Allianz Matrix, ecosistema digitale con il nuovo Virtual Advisor che verrà rilasciato progressivamente dal 1 luglio alla rete, secondo un programma condiviso con le rappresentanze degli Agenti Allianz (AAA, GAMA e MAGAP).

“Con i risultati in crescita realizzati nel primo trimestre, in particolare nell’Auto, abbiamo dimostrato di aver cambiato marcia e velocità. Ora dobbiamo accelerare: con il Superindice abbiamo un vantaggio di prezzo straordinario e con Matrix avremo tutti gli strumenti per cogliere le ulteriori opportunità di crescita – ha sottolineato Giacomo Campora (nella foto), amministratore delegato di Allianz Italia, rivolgendosi alla platea degli agenti intervenuti a Bologna –. Il traguardo che raggiungeremo quest’anno sarà la base dei successi nel prossimo anno e negli anni a seguire”.

Il team guidato dal Chief Operating Officer Agostino Ferrara ha selezionato per il Virtual Advisor la tecnologia di iGenius, società specializzata in intelligenza artificiale, fondata nel 2016 da Uljan Sharka; il Virtual Advisor Allianz – prosegue la nota – “è in grado di elaborare le informazioni e fornire le risposte a tutte le domande poste dagli utenti tramite un linguaggio naturale, consentendo così agli agenti Allianz di operare in mobilità, monitorare la propria attività ed essere sempre informati su tutte le novità e le iniziative sviluppate dalla compagnia per la propria rete commerciale e per la clientela”.

Gli agenti Allianz utilizzeranno il Virtual Advisor per accedere dal proprio smartphone ai dati di gestione quotidiana come gli andamenti degli incassi, le performance di un particolare prodotto e il profilo di un cliente.

“Si tratta di un esempio vincente di open innovation, sviluppata da un grande gruppo come Allianz in partnership con un’azienda italiana giovane per innovare radicalmente il business e l’operatività commerciale – ha commentato Ferrara –. Il nuovo Virtual Advisor è un collega in più per la nostra rete di agenti professionisti, un collaboratore sempre a disposizione in qualunque luogo e momento, un advisor virtuale in grado di elaborare in tempi rapidissimi una mole di dati importante per dare ai nostri agenti un supporto efficace nel lavoro di tutti i giorni, sfruttando lo straordinario potenziale della conversational Artificial Intelligence”.

“Siamo entusiasti di collaborare con un gruppo leader in campo assicurativo e finanziario – ha aggiunto Sharka –. I dati rappresentano ormai un elemento fondamentale per essere competitivi e il successo dipende fortemente dalla capacità di democratizzare l’accesso alle informazioni. Con la nostra tecnologia first-to-market stiamo guidando la rivoluzione nella data intelligence, per la prima volta le organizzazioni possono abilitare qualsiasi ruolo a prendere decisioni basate sui dati in tempo reale, e non limitandosi a soluzioni tecniche accessibili solo ad una minima percentuale della workforce. Il nostro Virtual Advisor è in grado di accedere a dati complessi e disaggregati e di elaborarli rapidamente fornendo suggerimenti e notifiche proattive in linguaggio naturale per aumentare l’efficienza delle decisioni e guidare strategie di business data-driven”.

Intermedia Channel

Related posts

Top