ALLIANZ: UTILE NETTO 2013 A 6 MILIARDI (+14,6%)

La raccolta cresce del 4,1%, superando quota 110 miliardi. Proposta la distribuzione di un dividendo pari a 5,3 Euro per azione, con un incremento del 18% rispetto al 2012. Per il 2014 si prospetta un utile operativo stabile a 10 miliardi di Euro

Allianz HiRes HPSulla base dei dati preliminari pubblicati questa mattina, il Gruppo Allianz ha proseguito nel trend di crescita anche nel 2013. La raccolta è aumentata del 4,1% al nuovo massimo storico di 110,8 miliardi di Euro (106,4 miliardi nel 2012). Anche il numero totale di clienti assicurati da Allianz è risultato in crescita: 5 milioni in più rispetto all’anno scorso, raggiungendo gli 83 milioni di clienti a livello mondiale. L’utile operativo ha raggiunto e superato i 10 miliardi di Euro (10,1), con un progresso del 7,8% sul dato di 9,3 miliardi dell’esercizio passato. Aumento a doppia cifra anche per l’utile netto, cresciuto del 14,6% da 5,2 a 6 miliardi.

Nei rami Danni, il risultato operativo è risultato in aumento rispetto al 2012, nonostante un flusso di risarcimenti più elevato a seguito degli eventi catastrofali. Nei rami Vita e Salute, la volatilità dei mercati ha messo sotto pressione il risultato operativo, ma i segmenti hanno visto una buona crescita della raccolta premi.

Il Solvency ratio di gruppo ha raggiunto il 182% della fine del 2013, un punto in più rispetto al 2012. Il patrimonio netto è risultato in lieve calo, ma sempre su livelli elevati (50.084 miliardi di Euro contro i 50.388 miliardi dell’anno scorso). A seguito dei risultati conseguiti, il cda proporrà al Consiglio di Sorveglianza di Allianz SE la distribuzione di un dividendo pari a 5,3 Euro per azione, con un incremento del 18% rispetto alla quota 2012 di 4,5 Euro.

In un contesto politicamente ed economicamente impegnativo, nel 2013 Allianz ha prodotto risultati molto soddisfacenti. Intendiamo mantenere i livelli raggiunti anche nel 2014; per questo motivo stimiamo che il nostro utile operativo si attesterà a 10 miliardi di Euro nell’esercizio corrente, con un possibile scostamento (positivo o negativo) di 500 milioni“, ha affermato il CEO del Gruppo, Michael Diekmann. “Il contesto rimarrà sfidante anche quest’anno, ma i risultati ottenuti mostrano che ci siamo preparati ad affrontarlo grazie alle strategie implementate“.

Rami Danni: redditività in aumento

Il comparto dei rami Danni ha subito nel 2013 una leggera riduzione della raccolta (-0.7%, da 46,9 a 46,6 miliardi), ma le entità Allianz in Australia, Francia, Germania, America Latina e Turchia, nonché Allianz Worldwide Partners hanno registrato una forte crescita dei premi nei rispettivi mercati. Il risultato operativo del comparto è salito a 5,3 miliardi di Euro, con un progresso del 14,2% rispetto ai 4,6 miliardi del 2012. La crescita è stata conseguenza di un robusto risultato tecnico, nonostante un flusso di risarcimenti più elevato a seguito degli eventi catastrofali e un minore ritorno dagli investimenti.

Le catastrofi naturali, in particolare le tempeste che hanno colpito l’Europa, hanno pesato per 2,9 punti percentuali sul loss ratio (nel 2012 l’incidenza era stata dell’1,7%). Tuttavia, il combined ratio risultante per il 2013 è migliorato di quasi 2 punti al 94,3% (dal 96,2 del 2012). Al miglioramento ha contribuito anche la favorevole congiuntura nel rapporto sinistri premi del nostro paese. “Abbiamo fornito un pronto supporto a decine di migliaia di persone colpite da catastrofi naturali quali le inondazioni che hanno colpito la Germania. Abbiamo anche introdotto sul mercato numerosi nuovi prodotti ed aumentato l’offerta digitale per aiutare i clienti calati nella realtà di oggi“, ha commentato il direttore finanziario del Gruppo Dieter Wemmer. “Il risultato conferma il lavoro compiuto in questi ultimi anni: una buona redditività unita alla crescita dei mercati chiave“.

Rami Vita e Salute: prosegue la crescita della raccolta premi

La raccolta premi nei comparti dei rami Vita e Salute è risultata in aumento dell’8,5%, passando dai 52,3 miliardi del 2012 ai 56,8 miliardi del 2013. Nella composizione del risultato, si registra la forte crescita del mercato italiano, dovuta principalmente al nuovo prodotto unit-linked “Progetto Reddito” che ha generato una raccolta di 1,3 miliardi di euro. Per quanto riguarda gli altri mercati, l’aumento nel mercato tedesco è stato dovuto soprattutto ai prodotti a premio unico, mentre in Francia l’incremento è passato attraverso le partnership di distribuzione. Ottimi risultati anche dal mercato spagnolo, con una raccolta in crescita del 14%. Per contro, la volatilità di valute e tassi di interesse ha portato ad un minore margine sugli investimenti; il risultato operativo dei comparti – anche per la ristrutturazione delle attività in Corea del Sud – è sceso dell’8% a 2,7 miliardi di Euro. Nello stesso periodo, il valore della nuova produzione è invece aumentato da 790 a 952 milioni di Euro.

I bassi tassi di interesse continueranno ad essere nostri compagni di viaggio per qualche tempo. Sono tuttavia ottimista sulle nostre prospettive, grazie ai nuovi prodotti e all’aumento del valore della nuova produzione“, ha detto Wemmer

Gruppo Allianz – Riepilogo risultati 2013 (intero anno e quarto trimestre)

Intermedia Channel

Related posts

Top