Amissima Assicurazioni, i prossimi obiettivi: Crescita, innovazione digitale e formazione

Amissima (5)

Amissima (5)Durante il proprio Giro d’Italia la Compagnia ha definito i traguardi per l’ultima parte dell’anno e per il 2018

La strada è tracciata e le idee del management sono chiare. Nei prossimi mesi Amissima Assicurazioni sarà impegnata per raggiungere i traguardi stabiliti durante il proprio Giro d’Italia appena concluso.

Sostenere la crescita dei premi già avviata, migliorare la profittabilità tecnica Danni, rilanciare i rami elementari ed il Vita nelle Agenzie, rivedere l’allocazione degli investimenti per migliorare i redditi finanziari: sono questi gli obiettivi per l’ultima parte dell’anno e per l’inizio del 2018 presentati durante il roadshow che ha portato la compagnia ad incontrare i propri agenti in cinque città italiane.

I prossimi obiettivi

Se la parola d’ordine è “crescita”, l’amministratore delegato di Amissima, Alessandro Santoliquido, ha avviato  dall’inizio del 2017 anche un profondo rinnovamento digitale, “volano fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi”. In particolare, segnalano dalla compagnia, è stato introdotto un nuovo sistema “per agevolare gli agenti nello svolgimento del proprio lavoro, semplificare e ottimizzare i processi nella definizione e gestione delle polizze e creare efficaci sistemi di comprensione, analisi e comunicazione con il cliente”.

Un ruolo cruciale nello sviluppo della compagnia è inoltre ricoperto dalla formazione. Amissima ha infatti già avviato un nuovo percorso formativo in quattro livelli:

  • Formazione base, con previsione di ampliamento dei corsi di approfondimento e aggiornamento;
  • Amis Lab, che raccoglie le migliori pratiche commerciali sviluppate in agenzia con coinvolgimento diretto della rete;
  • University, con incontri di alta formazione che hanno come obiettivo la strutturazione di percorsi accademici nel 2018;
  • Sales Academy, con programmi di corsi dedicati e master per i migliori consulenti.

Il punto di partenza: i numeri di Amissima

Il 2016 della compagnia ha segnato il punto di partenza del nuovo processo di sviluppo promosso dall’AD Santoliquido e dalla sua squadra. Nello scorso esercizio, in particolare, il ramo Danni si è contraddistinto per una forte crescita nella Rc Auto, guidata dalle nuove agenzie (+11,3%), nell’ulteriore rafforzamento delle riserve RCA e RC Generale, nella forte crescita nel numero delle agenzie, nella riduzione ulteriore del premio medio RCA (-11%) e nel peggioramento del rapporto sinistri / premi corrente (+8,8 p.p. per il comparto Auto e + 2,2 p.p. complessivi).

Il comparto Vita ha invece evidenziato flussi netti positivi per 226 milioni di Euro, soddisfacenti rendimenti delle Gestioni Separate e premi in riduzione a causa del canale bancario, specialmente sulle unit linked (-15%).

L’andamento degli ultimi sei mesi ha invece determinato una ulteriore forte crescita nella Rc Auto, guidata dalle nuove agenzie (+30%) ed il peggioramento del rapporto sinistri / premi corrente sulla RCA, soprattutto a seguito di rilevanti sinistri tardivi (Motor +6 punti percentuali, totale + 3 p.p.). Il premio medio Rc Auto risulta ancora in calo (-1,9%), sebbene sia in leggero aumento nel mese di agosto (+1,9%). Prosegue il rafforzamento delle riserve RCA e Rc Generale, mentre è ripresa l’apertura di nuove agenzie e si osserva anche un interessante sviluppo delle soluzioni TCM (temporanee caso morte).

La compagnia corre quindi verso un ultima parte d’anno che la vedrà impegnata in un consolidamento che non potrà prescindere da una crescita complessiva. La realizzazione dei prossimi obiettivi, evidenziano infine da Amissima, “diventa quindi la conditio sine qua non per portare Amissima stessa in una nuova fase della propria storia”.

Intermedia Channel

Related posts

Top