AmTrust, presentata la seconda edizione dell’Osservatorio sui sinistri da parto

Salute - Controlli - Sanità - Medici Imc

Salute - Controlli - Sanità - Medici Imc

AmTrust ha presentato nella giornata di oggi i risultati della seconda edizione dell’Osservatorio sui cd. Baby Case, ovvero i sinistri da parto. L’analisi della compagnia operante nel comparto della Responsabilità sanitaria è stata effettuata su oltre 800 casi accaduti e denunciati tra il 2010 e il 2016, all’interno di 120 strutture del SSN assicurate dalla compagnia stessa. Oltre che per tipologia, frequenza e ampiezza del sinistro, lo studio è stato declinato anche sulla collocazione geografica e sulla tipologia delle strutture sanitarie.

L’indagine evidenzia un fenomeno con trend in crescita costante: sono 794 i casi registrati dal 2010 al 2016, con una incidenza media per struttura che passa da 0,67 casi nel 2010 a 1,05 casi nel 2016.

Nel dettaglio, il 46,3% del campione è costituito da sinistri aperti, seguito dal 22,5% da sinistri respinti o fuori copertura, da sinistri senza seguito (18%) e chiusi (13,1%). Oltre il 73% dei casi è caratterizzato da procedimenti extra giudiziali. Entro i primi cinque anni dalla data dell’evento è la fase temporale in cui più della metà dei baby case vengono denunciati; il 99% dei casi viene chiuso entro cinque anni.

I policlinici universitari rappresentano la tipologia di struttura maggiormente interessata, con circa 1,76 casi denunciati per singolo ospedale. Gli ospedali del Nord Italia, infine, sono i più virtuosi, con circa 0,60 casi per struttura (al di sotto della media generale), seguiti dal Sud Italia, con 0,94 casi denunciati ogni anno.

Intermedia Channel

Related posts

*

Top