ANAPA On Tour, terza tappa a Padova (14 giugno)

Roberto Arena (5) Imc

Roberto Arena (5) Imc

Continua l’iniziativa sul territorio di ANAPA Rete ImpresAgenzia, che dopo Palmanova (UD) e Grottammare (AP) fa scalo a Padova il prossimo 14 giugno, nella sede locale di Confcommercio. Ne parliamo con Roberto Arena – socio fondatore, membro della Giunta Esecutiva dell’Associazione e presidente del Gruppo Agenti Vittoria – che sarà tra le parti attive dei lavori assieme, tra gli altri, al vicepresidente vicario Enrico Ulivieri ed al presidente regionale Veneto Massimo Pipesso

Prosegue ANAPA On Tour, l’iniziativa di divulgazione e di incontro sul territorio – con gli iscritti e non – dell’associazione guidata da Vincenzo Cirasola. Il prossimo appuntamento (il terzo, dopo le date di Palmanova (UD) e Grottammare (AP)) è in programma il prossimo 14 giugno a Padova, presso la sede locale della Confcommercio.

Incontriamo Roberto Arena (nella foto) – socio fondatore, membro della Giunta Esecutiva di ANAPA Rete ImpresAgenzia e presidente del Gruppo Agenti Vittoria, tra le parti attive dei lavori assieme, tra gli altri, al vicepresidente vicario Enrico Ulivieri ed al presidente regionale Veneto Massimo Pipesso – e con lui parliamo di cronache del recente passato ma soprattutto del futuro dell’Associazione e della professione.

Quali sono gli obiettivi di questi incontri territoriali?

Gli incontri che stiamo promuovendo nel territorio sono l’occasione per presentarsi ai colleghi e per ricercare soluzioni e proposte concrete dalla viva voce dei partecipanti, su argomenti che costituiscono i temi fondamentali della nostra professione, quali accordo nazionale agenti, fondo pensione e contratto dei dipendenti di agenzia.

Gli incontri sono volti ad ascoltare più che a raccontare e sono tesi ad aprire dialogo e confronto, ascoltando le opinioni di tutti.

Finora avete organizzato due incontri, qual è il bilancio?

I due incontri organizzati in Friuli Venezia Giulia e nelle Marche sono stati molto partecipati, perché la richiesta di informazioni e la necessità di confronto sui temi principali che interessano la categoria è molto elevata. I nostri incontri sono aperti a tutti, e ciò facilita ovviamente il dialogo.

Anche per l’appuntamento di Padova le iscrizioni sono numerose e quindi ci attendiamo la conferma del successo dell’iniziativa e dello spirito che la contraddistingue.

Da questi incontri torniamo sempre con un bagaglio di proposte e suggerimenti dei colleghi che vi partecipano e che ci spingono sempre ad essere propositivi.

Lei è un socio fondatore di ANAPA Rete ImpresAgenzia ed un presidente di Gruppo. A quasi quattro anni dalla nascita dell’associazione, qual è lo stato di salute dell’Associazione?

Direi molto buono. Dopo lo sforzo iniziale dell’intraprendenza di dodici presidenti di gruppo, che, stufi di un modo vecchio di fare sindacato, hanno deciso di mettersi in gioco con molta serietà, e la recente fusione con UNAPASS e l’Associazione Agenti UnipolSai, il numero degli iscritti è in continua crescita a dimostrazione che c’era bisogno di una ventata di aria fresca e di una modalità diversa di affrontare i problemi della categoria.

L’istituzione del Forum, ad esempio, che riunisce la classe dirigente dei gruppi aziendali italiani rappresenta un luogo comune, nel quale potersi incontrare, parlare e discutere, per il bene della categoria, confrontando le rispettive esperienze, mantenendo sempre il contatto con la realtà del nostro quotidiano, senza voli pindarici e con grande concretezza.

Sul fronte della presenza istituzionale, ANAPA Rete ImpresAgenzia è presente fin dalla sua nascita a tutti i tavoli nei quali si discute delle problematiche inerenti la categoria, essendo riconosciuta da tutte le istituzioni la centralità e la rappresentatività di cui gode. Il tavolo tecnico con IVASS per la revisione della Nota Informativa, il prossimo congresso annuale del BIPAR a Praga e l’intensa attività parlamentare in relazione all’abolizione del “tacito rinnovo”, sono solo alcuni degli esempi dell’ultima ora.

Per ciò che concerne le relazioni, poi, la partnership con Confcommercio permetterà ai colleghi sul territorio di usufruire di importanti agevolazioni sui servizi erogati da questa istituzione, oltre a rappresentare un importante punto di riferimento in sede nazionale per i rapporti con tutte le autorità del settore e quelle politiche.

Per quanto riguarda la professione, che futuro intravede?

Gli agenti sono in un momento di forte pressione perché il mondo è in continuo cambiamento, ma rimangono un punto cardine dell’industri assicurativa e della professionalità che l’intermediazione richiede.

Non dovranno avere timore della digitalizzazione o del proliferare di altri canali distributivi se sapranno essere consapevoli di essere la brugola che monta e smonta la catena del valore e della produttività.

Mi pare che i colleghi apprezzino chi, come ANAPA Rete ImpresAgenzia, si sforza nel fare, concretamente e con responsabilità, e non si perda nelle continue accuse ed offese spesso false e strumentali di altri soggetti che rappresentano un’altra parte della categoria. Giusta la pluralità di idee che servono ad arricchire il dibattito e forse raggiungere più ambiziosi obiettivi. Pessima la scelta di chi continua gratuitamente a denigrare le idee ed il lavoro degli altri. La soddisfazione sta nel fatto che il tempo è galantuomo, dicevano i nostri avi, e il tempo sta portando molti colleghi ad avvicinarsi al nostro modo di rappresentare la categoria convinti che solo la determinazione nell’affrontare nuove sfide porterà opportunità nel futuro.

Intermedia Channel


ANAPA On Tour – Le imprese Agenzie a confronto sui principali temi del presente e del futuro – Padova, 14 giugno 2016

Related posts

Top