Anche il fondo pensione dà la stima dell’assegno

Calcolo - Previdenza Imc

Calcolo - Previdenza Imc

(Fonte: Milano Finanza)

Utile strumento per toccare con mano come potrebbe evolversi il proprio piano di previdenza integrativa è rappresentato da “La mia pensione complementare”, questo il nome del documento di simulazione che deve essere consegnato all’iscritto in fase di adesione al fondo pensione scelto. Al pari della busta arancione dell’Inps (che stima la pensione pubblica al momento dell’addio al lavoro) la sua funzione è quella di spiegare al sottoscrittore l’evoluzione prevista della posizione individuale e l’importo della prestazione attesa al momento del pensionamento.

Va in ogni modo evidenziato che si tratta di un mero strumento di stima, fondato su ipotesi di calcolo che potrebbero non trovare conferma nel tempo. L’esemplificazione intende costituire un ausilio all’aderente per l’adozione o la modifica delle scelte relative al piano pensionistico (ad esempio il livello di contribuzione o il profilo di investimento). In tal modo si intende accrescere la consapevolezza dell’iscritto circa le conseguenze che le scelte operate possono determinare sulla prestazione finale attesa, contribuendo a favorire una maggiore attenzione in sede di adesione e nel corso del rapporto. E’ allora previsto che il documento venga predisposto fin dall’iscrizione e sia oggetto di aggiornamento periodico.

La simulazione è effettuata nel rispetto delle istruzioni della Covip e considera alcune figure-tipo. In particolare l’età al momento dell’adesione è di 30, 40 e 50 anni, il contributo annuo considerato è 1.500, 2.500 e 5 mila euro e l’età di pensionamento è 67 anni. Il prospetto riporta il totale dei versamenti al termine della fase di accumulo, la corrispondente posizione individuale e il valore della prima rata annua di rendita calcolata con riferimento alle diverse figure-tipo. Le istruzioni Covip prevedono poi che l’elaborazione della stima deve essere compiuta per ciascun comparto. Il documento standardizzato avverte poi che è possibile effettuare simulazioni personalizzate mediante un motore di calcolo messo a disposizione sul web con l’indicazione del relativo sito. Ugualmente personalizzata è anche la versione di “La mia pensione complementare” inviata annualmente all’iscritto entro il 31 marzo insieme con le comunicazioni periodiche.

Related posts

Top