Anche le assicurazioni saranno Sri

Febaf: tavolo tra Ania e Forum per la Finanza Sostenibile

SRI - Socially Responsible Investing - Investimenti Socialmente Responsabili Imc

C’è forse  il rischio che sia solo il solito ennesimo tavolo di lavoro, in ogni caso è comunque un segnale molto forte: le assicurazioni italiane virano verso l’investimento sostenibile e responsabile. Come comunica la FeBAF, la Federazione delle Banche, delle Assicurazioni e della Finanza, ha preso il via il nuovo gruppo di lavoro “Investimento sostenibile e responsabile nel settore assicurativo” tra Ania (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) e il Forum per la Finanza Sostenibile con l’obiettivo di creare un’opportunità di approfondimento tra le imprese assicuratrici, gli esperti della materia e le associazioni di categoria sul tema.

Particolare attenzione, si legge nella newsletter “Lettera f” della FeBAF, verrà dedicata all’approccio attraverso il quale vengono declinate le modalità dello Sri e all’analisi delle soluzioni operative del processo di implementazione. E’ nella gestione degli investimenti soprattutto che emerge il ruolo delle imprese assicuratrici quali investitori istituzionali e in cui è fondamentale l’integrazione dei fattori Esg (Environmental, Social, Governance). L’adozione di politiche di investimento sostenibile e responsabile, di una metodologia di analisi Esg e di rendicontazione, sono i temi su cui le maggiori imprese del settore si stanno mobilitando. Il primo incontro si è tenuto lo scorso 6 maggio e sono già in programma ulteriori incontri del gruppo di lavoro multi-stakeholder sul tema.

Il nuovo step verso la finanza Sri dimostra la sempre maggiore attenzione che la Federazione delle Banche, delle Assicurazioni e della Finanza, rivolge agli investimenti sostenibili e responsabili, seguendo così la scia, anche se ancora da lontano, di quanto sta avvenendo nella finanza mondiale. ETicaNews aveva già segnalato l’importanza della scelta eseguita circa un anno fa da Febaf di andare in questa direzione aderendo ai principi Pri.

Fonte: ETicaNews (Articolo originale)

Related posts

Top