ANGELO BREGLIA SI DIMETTE DA VICE PRESIDENTE DELLA PROVINCIALE DI PARMA SNA

Dimissioni SNA Breglia Imc

Con una lettera in data odierna indirizzata al Presidente Regionale SNA di Parma Graziano Bisagni e ai componenti del Comitato Regionale SNA Emilia Romagna, Angelo Breglia ha dato le sue dimissioni dalle cariche di Vice Presidente della Provinciale di Parma e di Vice Coordinatore della Regione Emilia Romagna per l’associazione di categoria.

Ho deciso di rassegnare le mie dimissioni e di restituire la mia tessera  – scrive Breglia, iscrittosi allo SNA nel corso del 2012 –, giacché le modalità di rappresentanza esercitate dagli organi dello SNA, mal si conciliano con la mia formazione personale e con il mio senso di appartenenza alla categoria“.

In quest’anno ho maturato ancora di più la necessità e il desiderio di crescere, dedicando il mio tempo alla ricerca di quei tanti colleghi che molto hanno da dire, per confrontarmi con loro e da loro imparare tutto quello che non so. Le mie dimissioni sono frutto di una maggiore consapevolezza nel voler fare di più per la categoria – conclude Breglia –, che può e deve giocare un ruolo da protagonista e non più residuale o peggio ancora conflittuale“.

Intermedia Channel

Related posts

5 Comments

  1. Pellegrino said:

    Gianni, visto che dichiari che hai aderito allo SNA sin dal 1997 e che hai dovuto dimostrare quello che valevi sul campo, non ti sará sfuggita la procedura con cui si è arrivata al lodo espulsione, cioè senza rispettare le più elementari regole di democrazia e dei diritti civili che attribuiscono, guarda caso anche agli imputati, il diritto alla difesa. Cirasola è stato espulso senza essere nemmeno stato informato della contestazione e formalmente convocato, come prevede pure lo statuto SNA. Roba da medioevo. E stai pure ad aspettare la pubblicazione del lodo. Mi sa che la tua militanza sul campo non t’é servita a comprendere che chi sta spaccando il Sindacato è colui che al momento lo guida. Bene ha fatto Breglia a lasciare e bene faranno tutti coloro che lo seguiranno. Questo SNA non é quello del 1997, ma un’autocrazia gestita da arroganti ed incapaci che stanno portando alla disintermediazione della categoria.

    • Allibito said:

      Esiste anche la flagranza nei reati e Cirasola di certo non poteva ignorare, visti gli incarichi ricoperti, a cosa stava andando incontro, anzi, ha tirato la corda apposta finchè ha potuto….per poi fare, come immaginabile, la vittima

    • Gianni said:

      Se vai a leggere il mio commento sulla notizia dell’espulsione di Cirasola, noterai che sono stato il primo ad osservare l’assoluto spregio delle regole da parte dei Probiviri, chiedendo che la Barin ci rassicurasse sul rispetto delle regole….il compianto Martorelli si starà rivoltando nella tomba…e meno male che nel collegio siede un prestigioso avvocato di Trento, che a suo tempo ha avuto qualche problemino con la vicenda della Società Nuova Assicuratrice…comunque, caro Pellegrino, io contro Demozzi, e prima di lui contro Saporito, mi sono preso le mie responsabilità, con carte scritte ed una candidatura alternativa…Tu cosa hai fatto?
      Il rimpianto che ho è non potere sentire Cirasola arrampicarsi sugli specchi per giustificare la sua permanenza nello SNA…cosa pensava sarebbe successo costituendo una associazione alternativa??? Comunque, la disgraziata posizione di Cirasola non giustifica lo spregio dell’osservanza delle norme da parte dei Probiviri…
      PROBIVIRI DIMISSIONI SUBITO!!!

  2. Gianni said:

    Ecco cosa succede a dare incarichi di rilievo agli ultimi arrivati, nella speranza di coinvolgerLi maggiormente…..quando ho aderito allo SNA, nel 1997, prima di ottenere responsabilità operative ho dovuto dimostrare, sul campo, quello che valevo…

    mi domando cosa è passato per la testa ai colleghi di Parma e dell’Emilia Romagna…
    ma davvero non avevate nessun altro da mettere in quei posti?!

    …comunque, la valanga è partita…adesso che Cirasola è stato espulso, finalmente secondo alcuni, c’è da aspettarsi una valanga di dimissioni…povero SNA, poveri noi…

    Mi aspetto, nel nome della tanto decantata trasparenza esercitata dall’attuale dirigenza SNA, l’immediata pubblicazione del lodo dei probiviri…

    • angelo said:

      L’incapacità di argomentare alimenta da sempre gli attacchi personali e la diffamazione. In questo sono incapace, negato, perdente. Lascio volentieri il campo a coloro che hanno più attitudini di me, a chi, come te, … ha dovuto dimostrare, sul campo, quello che valeva…
      Ecco perché ho dato le dimissioni.

Comments are closed.

Top