AON, partnership con Confindustria Venezia Giulia per la nuova piattaforma di welfare aziendale

Welfare - Progettazione Imc

Welfare - Progettazione Imc

Si chiama WIN – Welfare INnovativo la piattaforma per il welfare aziendale realizzata da Confindustria Venezia Giulia e AON, gruppo operante nella consulenza dei rischi e delle risorse umane, nell’intermediazione assicurativa e riassicurativa. La piattaforma – si legge in una nota congiunta – nasce per rendere disponibili i benefici del welfare aziendale ad aziende di ogni dimensione e ai loro dipendenti, ridurre il cuneo fiscale per entrambe le parti e aumentare il potere d’acquisto delle famiglie.

Il welfare aziendale, ricordano Confindustria Venezia Giulia e AON, “si configura come forma di retribuzione, erogata sotto forma di beni e servizi in natura, che non concorrono a formare il reddito da lavoro dipendente – secondo quanto indicato dal TUIR artt. 51 e 100 – ma che migliora la condizione di vita lavorativa e privata della forza lavoro e di fatto ne aumenta la capacità di spesa. Diffuso inizialmente solo nelle multinazionali come forma di compensation per i top manager, grazie alle recenti evoluzioni normative, tra cui la Legge di Stabilità 2016, che permette di utilizzare il welfare privato come strumento di erogazione del premio di produttività, si sta via via diffondendo a più livelli. Rappresenta infatti un’opportunità di abbattimento del cuneo fiscale, sia per i lavoratori che per le aziende. Il welfare aziendale, inoltre, si è dimostrato una leva efficace per migliorare la produttività aziendale, l’affezione dei dipendenti all’azienda e il clima lavorativo”.

In questo contesto, il progetto WIN – prosegue la nota – “è uno dei primi esempi a livello di associazioni industriali e mette a sistema l’expertise di AON – che da anni è protagonista nel settore tramite la piattaforma proprietaria OneFlex con cui sono già stati erogati oltre 100 piani di flexible benefits – e le competenze di consulenza fiscale e giuslavoristiche di Confindustria Venezia Giulia”.

Tramite la piattaforma, le aziende associate a Confindustria Venezia Giulia che decideranno di aderire al progetto “potranno gestire in maniera efficace ed efficiente i flexible benefits ai propri dipendenti, ottimizzando quindi la resa delle iniziative di welfare aziendale, grazie al sistema di convenzioni con partner selezionati con cui sono state trattate condizioni economiche particolarmente vantaggiose”. Il progetto intende inoltre crescere ulteriormente, “allargandosi ad altri operatori presenti sul territorio costituendo così da un lato il veicolo per la creazione e valorizzazione di un network locale e dall’altro ampliando l’offerta per i dipendenti”. AON “sarà un partner attivo anche su questo fronte, grazie ad una importante presenza nella Regione”.

Il servizio alle imprese associate a Confindustria Venezia Giulia comprende anche l’assistenza tramite call center gestito da professionisti di AON “che permette ai singoli dipendenti di effettuare in modo tempestivo e autonomo le scelte di conversione del proprio budget welfare senza l’assistenza e il coinvolgimento diretto dell’azienda”.

I beni che possono rientrare nel welfare aziendale sono: Assistenza sanitaria integrativa; Sostegno all’istruzione e all’educazione dei figli del dipendente (rette asili nido, libri di testo, scuola materna, elementare, media e superiori Università e Master, ludoteche e doposcuola); Assistenza sociale ai familiari del dipendente (badante, infermiera domiciliare, case di riposo, babysitter); Previdenza complementare; Sostegno al potere d’acquisto (carrello della spesa); Mobilità; Attività ricreative, culturali e sportive (palestre, circoli, stadio, abbonamenti al teatro e/o al cinema); Mensa; Buoni pasto; Buoni spesa.

“Grazie alla piattaforma WIN sviluppata da Confindustria Venezia Giulia e AON, le aziende associate di ogni dimensione, grandi, medie e piccole, e settore, potranno più facilmente accedere al welfare aziendale. L’Associazione, infatti, ha sostenuto l’investimento iniziale per lo sviluppo dello strumento – ha dichiarato Sergio Razeto, Presidente di Confindustria Venezia Giulia –. Grazie ad esso, le aziende potranno offrire ai propri dipendenti una serie diversificata di opportunità, potendo così rispondere in maniera più puntuale alle loro esigenze specifiche, contribuire al miglioramento delle relazioni interne all’azienda e all’incremento della produttività. Anche i costi di utilizzo della piattaforma per le imprese saranno vantaggiosi, grazie alla forza dell’Associazione, che rappresenta oltre 450 aziende per complessivi oltre 25.000 dipendenti”.

“Siamo molto soddisfatti di collaborare con Confindustria Venezia Giulia per mettere a disposizione anche di questo territorio una piattaforma per il welfare aziendale estremamente flessibile e facile da utilizzare sia per le aziende che per i dipendenti. Nell’attuale contesto economico il ruolo delle aziende private è sempre più determinante per integrare il welfare pubblico – ha aggiunto Enrico Vanin, CEO di AON SpA e AON Hewitt Risk & Consulting. La leva dei flexible benefits sarà strategica per gestire le esigenze di dipendenti ormai sempre più eterogenei, con fasce di età diverse e nuovi bisogni”.

Intermedia Channel

Related posts

Top