APPROVATO DL DESTINAZIONE ITALIA CON LE MISURE RC AUTO

Contrariata l’ANIA, per la quale la riforma “deve intervenire sui risarcimenti per danni fisici”

Rc Auto - TariffeNella conferenza stampa seguita al Consiglio di Ministri di oggi, il ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato ha riassunto brevemente le misure contenute del DL “Destinazione Italia” che andranno ad impattare sul settore dell’Rc auto. “L’operazione consiste nel rendere il più corretto possibile il comportamento degli automobilisti – ha detto Zanonato – e ribaltare tutto il risparmio delle assicurazioni in uno sconto sulla tariffa. La novità, ha proseguito Zanonato, “è che lo sconto non verrà determinato dal mercato” ma ci sarà un sistema di “sconti minimi imposti“, che a seconda del comparto saranno di circa il 7% (dal 4 al 10%).

Viene introdotta inoltre la possibilità di ottenere uno sconto tariffario con l’utilizzo della scatola nera; a questo proposito, il ministro ha sottolineato alcune caratteristiche del dispositivo, in grado di documentare i sinistri in modo che si possa farne affidamento per i risarcimenti, facendolo diventare “un dato oggettivo” in caso di disputa con le compagnie assicurative.

Al ministro Zanonato ha risposto a stretto giro l’ANIA, ricordando come sin dall’estate scorsa fosse stata accolta la sollecitazione del Governo “a una riflessione sulle misure che possono condurre ad una riduzione dei prezzi delle tariffe rc auto attraverso la riduzione del costo dei sinistri“. L’associazione delle imprese aveva quindi proposto “misure efficaci e di facile e immediata applicazione, quali l’approvazione della tabella unica per il risarcimento dei danni fisici di grave entità e previsioni finalizzate a rafforzare l’azione di contrasto alle frodi“.

Il Presidente dell’ANIA Minucci, nel sottolineare come ancora una volta il Governo non abbia approvato la tabella unica per il risarcimento dei danni fisici di grave entità, “misura fondamentale per avvicinare il costo della RC Auto in Italia al livello di quello degli altri paesi europei“, ha dichiarato: “Attendiamo naturalmente di conoscere i dettagli del decreto approvato. Laddove fosse verificata l’introduzione di misure impositive in materia di obbligo di offerta di prodotti o di sconti predefiniti in maniera tale da ledere il principio europeo della libertà tariffaria, queste misure incontrerebbero la nostra opposizione e, peraltro, non sarebbero in grado di raggiungere gli obiettivi del Governo, da noi condivisi, di ridurre i costi della RC Auto e i prezzi pagati dagli assicurati“.

(Video integrale della conferenza stampa del Consiglio dei Ministri n.40 del 13 dicembre 2013 – l’intervento di Zanonato sulle misure relative alla Rc auto va da 31.06 a 32.35)

Intermedia Channel

Related posts

Top