Aprille Trupiano, “Guardare al futuro con più ottimismo” made in USA (con un pizzico di Italia)

aprille-trupiano-imc

aprille-trupiano-imc

Grazie alla straordinaria collaborazione di Pasquale Caterisano (Agente UnipolSai di Como e organizzatore, insieme a Fiass.it, del corso Assicurazioni e Social Media Marketing) abbiamo incontrato Aprille Trupiano (nella foto), coach e formatrice assicurativa americana – spesso presente nel nostro Paese sia per lavoro che per svago – ed abbiamo approfittato per rivolgerle alcune domande, incuriositi dal conoscere direttamente dalla sua esperienza quale sia la tendenza nella formazione degli agenti di assicurazione negli Stati Uniti d’America.

Aprille è anche la fondatrice del Million Dollar Agents, evento formativo in puro stile americano per agenti di assicurazione e mediatori del credito.

Ciao Aprille e benvenuta nuovamente in Italia: ci descrivi la tua attività?

In poche parole, facciamo in modo che gli agenti assicurativi ed i mediatori del credito diventino dei veri imprenditori. Lavoriamo espressamente con i clienti che vogliano davvero ambire al “Top del top” nel loro mercato. Facciamo corsi di formazione alle grandi aziende, creando per loro eventi pubblici oltre ad organizzarne altri in proprio, come ad esempio il nostro Top of the Table Executive Roundtable. Facciamo anche “mastermind” privati – come Top of the Table Inner Circle – ed anche attività di consulenza e coaching.

Su cosa si basa il tuo intervento formativo agli assicuratori americani?

Noi lavoriamo sull’idea di “Practice Management” – ovvero la formazione nella quotidianità lavorativa – e quindi ci concentriamo su temi quali Leadership, sviluppo del Team (sia amministrativo sia di vendita) e pianificazione di singole “operations” commerciali. Al di la di questo, pianifichiamo anche consulenze private, personalizzate e molto più esclusive per gli Agenti maggiormente esperti (nell’ambito delle attività di coaching).

Cosa ti distingue dalle altre aziende che offrono servizi simili?

Senza nessuna presunzione, devo dire che dopo 15 anni passati a fare con amore il mio lavoro, non conosco altre realtà che offrano servizi come i nostri. Proproniamo sistemi che sono stati già utilizzati e certificati per avere successo in questo specifico settore. Non parliamo solo di teoria perché non crediamo nella vendita di “aria fritta”. Siamo più interessati ad insegnare le cose concrete che poi spingono davvero in avanti davvero il business per l’Agente.

I nostri clienti ci dicono che da noi non vogliono delle idee, in quanto queste non portano a loro dei risultati. Ci chiedono – e vogliono sapere – come strutturare l’attività in passaggi chiari e precisi (da seguire tutti i giorni) per garantirsi le maggiori probabilità possibili di avere successo nel loro business. E noi forniamo proprio queste indicazioni.

Per esempio, un nostro cliente ha raddoppiato le proprie vendite solo dopo 10 mesi di utilizzo dei nostri sistemi (e sempre con gli stessi due dipendenti). Insieme sono arrivati a più di 2 milioni di dollari di raccolta in polizze Vita senza ulteriori investimenti. In questo momento, sempre con la medesima struttura, sviluppano volumi di oltre 850.000 dollari annui in soluzioni Vita e noi siamo molto fieri di questo risultato.

Quale tipo di formazione è più richiesta dagli assicuratori americani?

Gli assicuratori americani ci chiedono di aumentare le proprie vendite. Noi insegnamo loro sistemi che sono basati su tutto ciò che è adeguato a questo momento lavorativo, usando tecniche che sappiamo funzionare nel modo migliore. Vogliamo portare gli agenti ad essere dei Leader e non soltanto degli imprenditori assicurativi.

Come sono nati questi sistemi?

Visto che ho lavorato in tutti i cosiddetti settori finanziari, ho vissuto personalmente proprio tutta una serie di aspetti che non andavano nella mia attività. Mi sono trovata a lavorare in modo frenetico: ero sempre di corsa, alla caccia del prossimo affare. A causa dei miei orari non dedicavo abbastanza tempo alla famiglia ed anche la salute ne stava risentendo. E tutto questo non andava bene, nè per me, nè per la mia famiglia, nè per il mio business.

Finché è arrivato il giorno in cui mi sono detta “Basta!”. Ho smesso quindi di fare le cose come ero abituata o come mi dicevano che “avrei dovuto” fare. Ho voltato le spalle a tutto ciò che non funzionava più o che non mi avrebbe condotto a successi familiari, personali e lavorativi (inclusi gli aspetti economici).

Ho quindi sviluppato dei sistemi personali prendendo spunto da uno dei maggiori riferimenti su scala nazionale: quello utilizzato per gestire le partnership strategiche da parte dell’istituto bancario attualmente conosciuto come Wells Fargo. In molti mi hanno detto che non potevo ricrearlo in piccolo, che non andava realizzato in quel modo ed altro ancora. E questo è servito unicamente a rendermi ancora più coinvinta che quella fosse la strada giusta da percorrere. Ed ho quindi proseguito a reinventare tutte le pratiche del mio business. Dopo aver fatto “a modo mio” sono arrivata al “top” nella graduatoria degli Agenti nella mia regione, la mia salute era nettamente migliorata ed i rapporti familiari erano tornati al massimo. Tutto ciò che mi ero imposta per giungere alla piena soddisfazione sia di me stessa sia dei miei cari.

Perché ritieni che il tuo lavoro sia così importante?

Io non ritengo che sia solo importante; penso che diventi indispensabile nel momento in cui – considerando l’attuale contesto economico – noi dobbiamo pensare, avere la visione ed il comportamento di un vero imprenditore (o imprenditrice), come i Leader. Il nostro mondo è cambiato profondamente ed è ancora in continua mutazione. Ci troviamo in un mondo che ci chiede di lavorare di piu’ per guadagnare meno. Un mondo che ci chiede di sacrificare la nostra vita personale per cogliere il successo lavorativo. E invece noi siamo persone che desiderano fare la differenza ed aiutare i clienti, ma non a discapito della nostra vita privata. Ci troviamo inoltre ad affrontare un futuro dalle prospettive economiche più incerte dalla dine della seconda guerra mondiale, sopratutto se guardiamo alle politiche in materia di welfare e pensioni da parte dei singoli governi. L’unica garanzia che possederemo è quella che ci saremo creati ed è per questo che ritengo indispensabile il nostro lavoro.

Tu sei di St. Louis: insegni queste cose solo a livello locale o nazionale?

Noi lavoriamo in tutti gli Stati Uniti, in Italia, in Australia ed nel Regno Unito. Ma stiamo concludendo accordi anche a Dubai. I nostri metodi non hanno confini e per questo abbiamo clienti in tutto il mondo. Abbiamo una sede a Missouri ed una filiale in Brianza, aspetto che ci permette di lavorare anche in italiano (oltre che, ovviamente, in inglese).

Come ho già spiegato, noi conosciamo profondamente il mondo di un agente assicurativo e/o di un mediatore del credito. In più, sappiamo come a livello locale possa cambiare la cultura, la lingua che si parla, le consuetudini o la normativa che regola i singoli mercati. Di base, però, rimangono gli imprenditori e le imprenditrici che vogliono sviluppare la propria attività per crearsi un futuro più solido e che vogliono il meglio per loro stessi, per i loro clienti e per le loro famiglie. Vi posso assicurare che, nonostante le differenze, i sistemi di successo non cambiano. Funzionano per tutti, ovunque nel mondo.

Se un agente o una compagnia italiana volesse contattarti, come può fare?

Possono contattarmi tramite LinkedIn (http://www.linkedin.com/in/AprilleT) o tramite il mio sito web (http://www.AprilleTrupiano.com).

Intermedia Channel (in collaborazione con Pasquale Caterisano)

Related posts

Top