ARAG, rinnovo per la polizza di Tutela Legale dedicata ad amministratori e dipendenti pubblici

ARAG HiRes (2)

ARAG HiRes (2)Tra le caratteristiche della nuova versione del prodotto, spese legali e per perizie, scelta tra due moduli (base e completo), retroattività fino a cinque anni per la responsabilità amministrativa e per le imputazioni penali, massimali da 20.000 a 75.000 Euro

ARAG rinnova la sua polizza di Tutela legale ARAG TL Amministratori e Dipendenti Pubblici, dedicata a tutti coloro che hanno un contratto di lavoro con la Pubblica Amministrazione e possono essere sottoposti alla giurisdizione della Corte dei conti. In particolare, la soluzione assicura gli amministratori, i dipendenti, i titolari di cariche elettive degli enti pubblici, inclusi i medici e gli operatori sanitari dipendenti di una struttura sanitaria pubblica.

La polizza – si legge in una nota – interviene negli imprevisti e nelle controversie che possono verificarsi nello svolgimento dell’attività nella PA, coprendo le spese legali e peritali, di giustizia e processuali, necessarie per difendersi.

ARAG TL Amministratori e Dipendenti Pubblici prevede la possibilità di scegliere tra due distinti moduli:

  • Modulo Base, che contempla la difesa per la responsabilità amministrativa in giudizi avanti la Corte dei conti;
  • Modulo Completo, che, oltre a quanto previsto dal modulo base, prevede:
    • la difesa penale per delitti colposi o contravvenzioni e anche per delitti dolosi, solo in caso di assoluzione;
    • la richiesta di risarcimento danni;
    • la redazione degli atti funzionali alla chiamata in causa della compagnia di responsabilità civile;
    • l’opposizione a sanzioni amministrative relative allo svolgimento dell’attività indicata in polizza e a sanzioni amministrative pecuniarie di valore pari o superiore a 1.000 Euro.

La polizza, ricorda ARAG, “può essere attivata solo a condizione che l’Ente Pubblico nel quale l’assicurato svolge la propria attività non debba provvedere al pagamento delle spese legali”.

La copertura fornita dalla soluzione ARAG può essere inoltre integrata dalle condizioni aggiuntive Retroattività e Plus.

Con la condizione aggiuntiva Retroattività – prosegue la nota – “le coperture assicurative per la responsabilità amministrativa e la difesa penale possono essere fatte valere anche per fatti avvenuti da uno a cinque anni anteriormente alla data di effetto della polizza, purchè l’assicurato venga a conoscenza del sinistro almeno tre mesi dopo tale data. Si pensi al caso in cui l’amministratore assicurato riceva un avviso di garanzia per un reato avvenuto tre anni prima di avere sottoscritto la polizza”.

La condizione aggiuntiva Plus (acquistabile esclusivamente in abbinamento al Modulo Completo) può essere invece fatta valere:

  • nei casi in cui l’ente pubblico “rifiuti il rimborso delle spese legali sostenute dall’assicurato, eccependo che le stesse non gli sono dovute in quanto egli ricopre una carica elettiva pubblica”;
  • ad integrazione di quanto rimborsato dall’ente pubblico, “nel caso in cui questo rimborsi solo parzialmente le spese legali”.

Il cliente, conclude la nota di ARAG, può inoltre scegliere “tra un ampio ventaglio di massimali”, che vanno da 20.000 Euro per sinistro e per anno assicurativo fino a un massimo di 75.000 Euro.

Intermedia Channel

Related posts

Top