Arena Broker festeggia 25 anni di attività con il miglior risultato della sua storia

Mauro Galbusera e Luciano Tonet Imc

Mauro Galbusera e Luciano Tonet Imc

La società di brokeraggio controllata dal Banco Popolare chiude il 2015 con un utile netto di oltre un milione di Euro ed un EBITDA (la redditività aziendale basata solo sulla gestione caratteristica, equivalente al MOL – margine operativo lordo) che sfiora il 29%

Arena Broker festeggia nel migliore dei modi il 25° anno di attività, chiudendo il 2015 con il miglior risultato della sua storia. L’utile netto è pari a 1.057.000 Euro e l’EBITDA (la redditività aziendale basata solo sulla gestione caratteristica, equivalente al MOL – margine operativo lordo) sfiora il 29%, valore che – segnala la società controllata dal Banco Popolare“rappresenta un risultato di assoluta eccellenza per il settore” del brokeraggio assicurativo.

Il bilancio approvato dal consiglio e dall’assemblea, presieduti dal socio fondatore e azionista Mauro Galbusera, ha presentato un utile lordo di 1.580.000 Euro, con un incremento del 35% rispetto all’anno passato. Il volume dei premi gestiti ammonta a 47 milioni, corrispondenti ad un volume di affari di circa 6 milioni di euro (in linea con l’anno precedente).

La società opera con oltre 50 collaboratori nelle sua sedi di Verona, Bergamo, Lucca e Nuoro e si colloca ai vertici del panorama nazionale di settore. Mantiene rapporti con 60 compagnie nazionali ed internazionali “ed è in grado di garantire un servizio completo anche ad aziende con grandi volumi di fatturato e dimensioni internazionali”.

Il presidente Galbusera ha rimarcato come i risultati siano stati conseguiti “anche grazie ad una costante politica di efficientamento portata avanti con determinazione” dall’amministratore delegato Luciano Tonet, con un risparmio di costi dell’8% nel 2015. Galbusera ha quindi riaffermato come il fenomeno di concorrenza sia sempre molto forte tra i broker, “alimentato da un mercato particolarmente ricettivo e da una continua compressione dei margini gli intermediari”.

Mercato dei broker che, “se da un lato è molto frammentato – ha spiegato l’AD Tonet – con quasi 1500 società di Brokeraggio, dall’altro presenta una concentrazione anomala” che vede il 60% del business concentrato sui primi tre broker stranieri.

Tonet ha aggiunto che la collaborazione con la capogruppo Banco Popolare “continua ad intensificarsi” e che entro l’estate, oltre ai prodotti attualmente venduti in collaborazione con Arena Broker (tra cui la responsabilità civile dei medici e degli amministratori di condominio) saranno distribuiti direttamente dagli sportelli “prodotti innovativi per l’assicurazione credito delle PMI fino a 15 milioni di Euro di fatturato”.

L’AD di Arena Broker ha inoltre ricordato come la società abbia fatto il suo ingresso nel Web nel settore degli affinity group – con convenzioni per gli ingegneri e gli architetti, per gli amministratori di condomini, per la colpa grave per i medici – “ove sono anche operativi i portali per il retail per l’acquisto di polizze per la vita privata, compresa l’auto”.

I portali non saranno aperti al pubblico, ma accessibili solo attraverso credenziali concesse agli appartenenti agli affinity group, ovvero ai gruppi omogenei di persone convenzionate. Il segmento di mercato sarà pertanto quello dei collaboratori delle grandi aziende, degli enti e delle associazioni, a cui fanno riferimento gruppi numerosi di persone.

“Arena Broker – ha concluso Galbusera – sta incrementando la sua struttura con l’inserimento di personale particolarmente qualificato, per far fronte alle nuove sfide del mercato, che richiede competenze sempre crescenti ed alle opportunità offerte” da una capogruppo sempre più importante, “che gli conferma la sua fiducia riconoscendogli un valore importante per il Gruppo”.

Intermedia Channel


(nella foto in apertura, da sinistra a destra: il presidente di Arena Broker, Mauro Galbusera, e l’amministratore delegato Carlo Luciano Tonet)

Related posts

Top