Arena Broker migliora i conti e resiste alla crisi

Arena Broker - Homepage Sito Web Imc

Premi per 53 milioni con 10mila clienti; utile netto a 933mila euro. Il presidente Galbusera: «Grande attenzione al web»

Arena Broker - Homepage Sito Web ImcArena Broker continua a migliorare il risultato, anche in momenti difficili per l’economia. Il bilancio approvato dall’assemblea dei soci, presieduta dal socio fondatore Mauro Galbusera, azionista della società controllata dal Banco Popolare, presenta un utile netto in crescita rispetto al 2011, con un risultato di 933 mila euro a fronte degli 879 mila del precedente esercizio.

Il risultato, si apprende dall’azienda, è stato ottenuto grazie al contenimento dei costi, dal momento che il volume di affari resta sostanzialmente stabile, intorno a 6,6 milioni di euro, a fronte di premi incassati pari a oltre 53 milioni, con 10.000 clienti, di cui quasi 7000 aziende. L’ebitda (pari al 25,5% del fatturato) rappresenta un risultato di eccellenza per il settore del brokeraggio assicurativo, soprattutto per aziende di questa dimensione.

Arena Broker è l’unica grande azienda controllata da una banca nel panorama nazionale, dal momento che tutti i principali istituti del nostro paese hanno ceduto le loro società di brokeraggio e si colloca intorno alla 15a posizione nel ranking nazionale su oltre mille aziende operanti.

LA GUIDA AZIENDALE

La cosa si spiega grazie al fatto che la conduzione aziendale, contrariamente a quanto avvenuto in altre esperienze, è stata affidata ad un imprenditore, la cui famiglia opera dal 1901 nel settore, che da subito ha inserito manager di comprovata esperienza. Dal 2007 è arrivato un nuovo manager, proveniente dal settore industriale prima e assicurativo poi, l’attuale ad e direttore generale, Luciano Tonet, che ha saputo dare una spinta decisiva allo sviluppo di Arena Broker, portando esperienze e competenze normalmente non presenti nel settore. Attualmente Arena Broker opera con 65 collaboratori nelle sedi di Verona, Milano, Lucca, Cagliari e Nuoro. Nel 2012 si è fortemente rafforzata l’unità locale di Lucca, che ormai rappresenta una delle più importanti realtà del settore in Toscana. La società ha, in particolare, una presenza importante nel settore del vino, vantando tra i propri clienti, 3 tra i primi dieci Gruppi su scala nazionale.

LA GRANDE DISTRIBUZIONE

Altrettanto nel settore della grande distribuzione dove gestisce clientela per un totale di più di 4 miliardi di fatturato. Si è rafforzata nel settore degli enti pubblici con nuovi collaboratori e nel 2012 ha acquisito in cobrokeraggio l’Azienda ospedaliera di Verona. Le novità contenute nel decreto crescita di fine anno, che consente la collaborazione, prima preclusa, tra banche e broker, apre nuovi scenari di opportunità di business con il socio di maggioranza.

Il presidente Mauro Galbusera ricorda le nuove prospettive strategiche del business, in particolare nel mondo del retail, normalmente poco frequentato dai broker. «Stiamo investendo», ricorda, «nel settore con nuovi strumenti e persone per essere pronti ad affrontare l’evoluzione della domanda, che si prevede fortemente orientata al web. L’obiettivo è di fornire prodotti a condizioni particolarmente vantaggiose ai dipendenti delle aziende clienti e realizzare un portale web che consenta l’acquisto diretto di polizze assicurative da parte del grande pubblico».

Fonte: L’Arena (Articolo originale)

Related posts

Top