ARTE E ASSICURAZIONI: AON PER LA TUTELA DI OPERE D’ARTE DI PROPRIETA’ NON COMPROVATA

Bristol Museum and Art Gallery Imc

Il sequestro di opere la cui proprietà risulta illegittima è un fenomeno che ha colpito anche personaggi famosi come Spielberg e Bettega. Aon Italia presenta un nuovo prodotto assicurativo per tutelare i proprietari di capolavori da acquisti incauti e la cui proprietà potrebbe risultare illegittima

Bristol Museum and Art Gallery ImcPer tutelare collezionisti, compratori di opere d’arte e musei dal rischio di notevoli perdite economiche connesse al sequestro di un bene la cui proprietà non è comprovata inequivocabilmente, Aon propone un prodotto assicurativo a protezione dell’incauto acquisto (Defective Title), strumento di tutela per tutti quei collezionisti, compratori privati o istituzioni pubbliche, privi della documentazione comprovante indubitabilmente la proprietà delle opere possedute.

E’ di questi giorni infatti la vicenda che ha visto protagonista l’ex calciatore e dirigente della Juventus Roberto Bettega. Un quadro del celebre pittore russo Marc Chagall, rubato nel 2002 da uno yacht americano nel porto di Savona, è stato recuperato dai carabinieri nella casa dell’ex calciatore. Il vecchio proprietario statunitense del quadro potrebbe a buon diritto rivendicare il capolavoro.

Bettega non è il primo ad essere vittima di un situazione che può avere risvolti amari in termini di perdita economica. Nel 2007 Steven Spielberg si è visto sequestrare un quadro, acquistato nel 1988 per $ 200,000 in quanto rubato nel 1973 durante una mostra presso la Missouri Gallery.

Ma anche i musei sono potenziali vittime di situazioni analoghe, e possono quindi subire gravi perdite economiche connesse a transazioni avvenute anni prima. E’ questo il caso del Leopold Museum di Vienna che per un caso analogo ha dovuto patire 12 anni di disputa legale a New York, per vedersi costretto ad un risarcimento di £19 milioni come indennizzo per gli eredi della proprietaria.

La soluzione assicurativa individuata da Aon per la copertura del Defective Title prevede quindi per l’assicurato il rimborso totale del valore dell’opera e la copertura di tutte le spese legali oltre ad un’azione di prevenzione effettuata dalla compagnia in maniera sistematica prima dell’accettazione del rischio. A tal fine la compagnia effettua uno screening dell’opera d’arte effettuando ricerche su storia e provenienza e sulla reputazione del dealer. Il tasso viene calcolato sulla base di eventuali gap temporali nello storico documentabile dei passaggi di proprietà.

Intermedia Channel

Related posts

Top