ARTICOLO 34: CANDIA CONDIVIDE LE PREOCCUPAZIONI DEL GAZ

Anche l’amministratore delegato di Zurich Italia è convinto che la proposta di Regolamento dell’articolo 34 porti a «pesanti e inutili attività burocratiche» nell’operatività quotidiana della rete agenti. 

«Condividiamo le vostre preoccupazioni su quali possono essere gli impatti della proposta del Regolamento attuativo dell’articolo 34 e siamo solidali a evitare che pesanti e inutili attività burocratiche vengano aggiunte all’operatività quotidiana della nostra rete agenti».

È quanto si legge nella risposta che Camillo Candia (nella foto), amministratore delegato del gruppo Zurich Italia, ha dato alla lettera inviatagli da Enrico Ulivieri, presidente del gruppo agenti Zurich.

Candia ha sottolineato il fatto che «il tema è stato ampiamente discusso anche in sede Ania» e ha confermato “la disponibilità per un confronto e una possibile azione comune al fine di rappresentare agli organi competenti il nostro disaccordo sostanziale sulle proposte formulate»

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

One Comment;

  1. Maurilio Traetto said:

    Ancora una volta si evidenzia come si vuole gestire l’intermediario! Noi riteniamo che l’intermediario sia un imprenditore libero di poter erogare consulenze ai clienti e la compagnia sempre più un fornitore di prodotti.
    L’art. 34 non è il problema degli intermediari ma di quelle società che non vogliono confrontarsi e legano la loro voce a quei pochi, pochissimi agenti che hanno consolidato i loro portafogli e, a loro dire, si ritengono inamovibili.
    L’Art. 34 è il futuro per gli intermediari mentre per le società sarà sempre un continuo confronto, come vuole, tra l’altro il consumatore di assicurazioni.
    Maurilio Traetto
    Presidente SNIASS

Comments are closed.

Top