ARTICOLO 34: ROBERTO SALVI SI SMARCA E PROPONE I SUOI EMENDAMENTI

Il presidente del Gaat ha chiesto e ottenuto un incontro presso l’Isvap. Sarà ricevuto domani nel primo pomeriggio.  

Roberto Salvi (nella foto), presidente del  gruppo agenti Toro (Gaat), ha chiesto e ottenuto un incontro in Isvap, con l’obiettivo di presentare  materialmente alcune proposte emendative al Regolamento n. 49/2012 (domani è l’ultimo giorno per poterlo fare). Salvi sarà ricevuto domani nel primo pomeriggio.

«Dopo le offese ricevute ieri dal presidente dello Sna, Claudio Demozzi, il mio conseguente abbandono della riunione dei Gaa e avendo constatata la mancanza di proposte concrete dei sindacati», dice Salvi, «ho ritenuto giusto, sostenuto anche dai colleghi di Agenti al Centro (movimento di opinione all’interno del sindacato nazionale agenti, ndr) riuniti oggi a Roma, sottoscrivere il documento dei 12 presidenti e proporre nell’interesse degli agenti Toro emendamenti che saranno consegnati domani nel corso dell’incontro che avrò presso l’Isvap. Con me ci sarà anche l’avvocato Rudi Floreani, che assiste egregiamente il Gaat da tempo su progetti particolarmente importanti per il nostro gruppo aziendale».

L’intento di Salvi, secondo quanto risulta a Intermedia Channel,  è quello di tentare di semplificare e di ridurre gli adempimenti a carico degli intermediari, anche ricorrendo a tecniche e a procedure di consultazione e di conservazione on line. Il presidente del Gaat è intenzionato anche a chiedere il differimento dell’entrata in vigore del Regolamento,  in maniera da consentire una più ponderata valutazione degli effetti sulle agenzie.

«Già diversi mesi fa avevo evidenziato all’esecutivo nazionale dello Sna la gravità del problema e le strade per tentare seriamente di evitare la situazione attuale», ha aggiunto. «Sono convinto  che la categoria avrebbe dovuto far qualcosa per ottenere l’abrogazione dell’art. 34 prima che diventasse legge. Oggi, vista l’assenza di strategie concrete per ottenere tale obiettivo possiamo solo, almeno nell’immediato, tentare di agire con Isvap sul Regolamento. Dopo mesi di silenzio che mi sono imposto in attesa dei risultati promessi da Demozzi e in considerazione del totale fallimento della politica adottata dallo stesso, non posso far altro che tentare di agire nell’interesse dei colleghi che rappresento».

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

One Comment;

  1. Intermediario deluso said:

    Ma Salvi non era quello che aveva detto che Demozzi sarebbe stato il Presidente di Tutti, ed anche il suo?

Comments are closed.

Top