Assicura Group a quota 100 mila clienti

Assicura Group Imc

Raccolta premi a 35 milioni per il primo bilancio dell’agenzia della coop trentina e friulana. Assimoco in utile

Erman Bona ImcDagli 81 mila d’inizio anno ai 100 mila clienti dello scorso ottobre. Si avvia a chiudere con soddisfazione il suo primo bilancio Assicura Group, la società espressione della cooperazione trentina e friulana. Costituita nel gennaio 2013 tra Assicura Cooperazione Trentina srl (45%), Assicura srl del Friuli Venezia Giulia (45%) e Cassa Centrale Banca (10%) la società ha come obiettivo il collocamento di prodotti assicurativi, meglio se rispondenti a logiche mutualistiche, soprattutto attraverso i canali bancari della cooperazione, Casse rurali e Bcc. «L’avvio di quest’esperienza di bancassicurazione è positivo e dimostra per l’ennesima volta che la condivisione dei valori ed il saper fare squadra favoriscono i buoni risultati», commenta Erman Bona (nella foto), presidente di Assicura Trentina, nonché vice della capogruppo presieduta dal friulano Tiziano Portelli. Oltre al portafoglio clienti, nei primi 10 mesi dell’anno è cresciuto anche il numero dei contratti, arrivato a quota 150 mila con un monte premi attestato a 35 milioni.

Assicura Group opera attraverso le due controllate Assicura Agenzia, diretta da Sandro Gotti, ed Assicura Broker, affidata a Marco Angeli. Se quest’ultima, data la sua missione, tratta con tutte le compagnie assicuratrici per garantite la soluzione più appropriata per il committente, Agenzia ha come referenti principali Assimoco nel settore danni e il Gruppo Itas per il mercato trentino del settore vita.

«Tra i fattori che hanno favorito la buona partenza vanno senz’altro rammentati il sostegno garantito dal sistema informatico di Cassa Centrale e la flessibilità dei nuovi prodotti assicurativi di Assimoco e Itas» dice Bona, che ricorda le quasi tremila polizze di protezioni dei mutui (un terzo sottoscritte in Trentino), le oltre 8.700 polizze sul rischio casa (metà trentine), le Rca (quasi esclusivamente friulane), la copertura della responsabilità personale e le polizze vita che in Trentino sono collocate direttamente da Itas. Tra le novità viene segnalata la polizza Assirischio per le micro aziende e le piccole imprese sino a un massimo di 50 dipendenti a copertura dei rischi specifici, dali’ incendio alla rottura dei cristalli delle vetrine. «La collaborazione tra cooperazione trentina e friulana è molto produttiva, così come importanti si sono dimostrati lo scambio d’esperienze e la crescita professionale garantita dal forte investimento in formazione», aggiunge Bona, con l’implicito augurio che ad Assicura Group finisca per approdare anche la cooperazione veneta la quale, attesa come terzo partner dell’alleanza, all’ultimo momento si era ritirata dalla partita.

Sempre in tema di assicurazioni coop, da segnalare, dopo la robusta cura prescritta dal suo primo azionista, la R+V Versicherung del gruppo Dz Bank e dopo tre anni di conti in rosso, il ritorno all’utile di Assimoco, il polo assicurativo del movimento nazionale. Una svolta che interessa, seppur indirettamente, anche la coop trentina, sia perché attraverso Assicura partecipa ad Assimoco con una piccola quota azionaria (1,17%), sia per la presenza tra gli azionisti di Cassa Centrale Banca, di Dz Bank (25%). Un’alleanza, quest’ultima, nata anni fa e che nel tempo si è mostrata lungimirante e, oggi, generosa di vantaggi anche nel ramo della bancassicurazione.

Autore: Roberto Colletti – Trentino Corriere Alpi

Related posts

Top