ASSICURAZIONE ONLINE.COM LANCIA UNA PETIZIONE PER FERMARE I RINCARI DELLE COMPAGNIE ASSICURATIVE

AssicurazioneOnline.com

AssicurazioneOnline.com promuove una raccolta firme per dire no agli aumenti sulle polizze assicurative e chiedere un intervento che metta fine ai disagi dei cittadini

AssicurazioneOnline.comAssicurazioneOnline.com, sito web con aggiornamenti e news relative al mondo delle assicurazioni, lancia la petizione “Assicurazioni, fermiamo i rincari per #NonRestareInMutande”, volta a chiedere alle istituzioni di vagliare le norme proposte da ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) e Antitrust per “promuovere un maggior controllo dei costi delle polizze da parte delle compagnie assicurative, favorire l’adeguamento dell’Italia agli standard europei e sensibilizzare attraverso il web e i canali sociali l’opinione pubblica e i cittadini stretti nella morsa del caro assicurazioni”.

La petizione creata da AssicurazioneOnline.com è sottoscrivibile al link http://assicurazioneonline.com/petizione. È possibile condividere l’iniziativa anche attraverso Facebook, pubblicando il link, mentre sulla piattaforma Twitter la petizione può essere supportata attraverso l’utilizzo dell’hashtag #NonRestareInMutande, slogan della campagna di sensibilizzazione, a cui aggiungere commenti che raccontino la propria esperienza relativamente ai rincari e offrano spunti di riflessione per altri utenti.

La raccolta firme di AssicurazioneOnline.com – si legge in una nota – nasce a seguito di un’attenta analisi portata avanti dall’Antitrust, che mette in luce come in Italia il prezzo delle RC auto risulti superiore alla media europea. Le polizze italiane raddoppiano gli importi di quelle degli altri Paesi e arrivano a costare fino all’80% in più rispetto alla vicina Germania, a causa dei maxi risarcimenti nei confronti delle lesioni gravi, della frequenza dei sinistri, delle frodi assicurative e dell’introduzione della scatola nera.

Per frenare l’aumento dei prezzi delle assicurazioni – prosegue la nota – la proposta di ANIA e Antitrust mira a modificare alcune procedure riguardanti i meccanismi di calcolo nel risarcimento diretto, a introdurre forme contrattuali che riducano gli ambiti in cui è possibile risarcire i danni da lesioni micropermanenti, a favorire la mobilità degli assicurati da una compagnia all’altra senza penalizzazione di classe e a sviluppare una cultura in materia assicurativa anche fra i cittadini.

La petizione di AssicurazioneOnline.com – conclude la nota – si propone anche di “elevare il livello di informazione, per permettere agli utenti di effettuare scelte più consapevoli nell’acquisto della migliore copertura assicurativa”.

Intermedia Channel

Related posts

Top