Assicurazioni, la sfida di Alleanza riparte ancora da Genova

Davide Passero (4) Imc

Davide Passero (4) Imc

(di Bettina Bush – la Repubblica Genova)

Oggi la convention. L’ad Passero: “Torniamo qui con risultati record e tecnologia all’avanguardia”

Un ritorno alle origini per Alleanza Assicurazioni che sceglie ancora una volta Genova, i Magazzini del Cotone, per la sua convention annuale: la stessa città dove l’assicurazione era nata nel 1898. La compagnia all’inizio del Novecento diventa una realtà solida con una rete di oltre 345 agenzie e rappresentanze. Oggi è una società con oltre 15 mila collaboratori, di questi il 46% donne e 3.600 dipendenti e quasi due milioni di clienti, in particolare, il 2016 si è chiuso con una raccolta premi di 4,6 miliardi di euro in crescita del 2% rispetto al 2015 ed una raccolta netta vita di 1,4 miliardi di euro, con un +25%. E da record è anche la nuova produzione, arrivata nel 2016 a due miliardi. Numeri importanti che verranno illustrati a Genova davanti a una platea di 700 persone oltre alle migliaia di collaboratori collegati via streaming.

“Sarà l’occasione per mostrare i risultati del nostro progetto di Digit@ll Care, il nuovo modello di gestione della clientela in mobilita — spiega Davide Passero (nella foto), Amministratore Delegato di Alleanza Assicurazioni —. Nel 2016 abbiamo completato il percorso di digitalizzazione e oggi lavorano con noi 3.500 consulenti muniti di tablet per servire a domicilio il cliente, con quello che chiamiamo l’ufficio mobile. Siamo una compagnia con un modello unico nel mercato italiano, abbiamo una rete di consulenti che lavorano solo per noi e siamo una compagnia diretta che dà consulenza al cliente comodamente a casa propria”.

La rivoluzione digitale mentre ha cambiato il modo di lavorare dei consulenti di Alleanza, permette analisi sempre più sofisticate anche grazie all’utilizzo dei big data, fondamentali per analisi sempre più sofisticate: “Ricordiamoci che il mondo delle assicurazioni è di fatto un business di ‘sharing economy relazionale’ — continua Passero —. Per questo noi stiamo sviluppando metodologie di relazione aumentata tra cliente e agente, grazie all’utilizzo dei social media. La digitalizzazione ci permette di migliorare l’esperienza di servizio e la soddisfazione del cliente, grazie ad una proposizione di contenuti multimediali”.

Un altro driver di crescita per Alleanza Assicurazioni è rappresentato dalla previdenza, la compagnia ha registrato nel 2016 un forte incremento dei piani individuali pensionistici: “Per noi i Pip rappresentano un mercato importante, di cui abbiamo una quota del 15% — sottolinea Passero —. Lo scorso anno abbiamo fatto una campagna con l’obiettivo di offrire una consulenza gratuita per interpretare correttamente i dati Inps sulle proiezioni della pensione; un’analisi da cui emerge che in futuro la pensione pubblica non sempre sarà da sola sufficiente a consentire lo stesso tenore di vita. Un tema importante perché in Italia, secondo le rilevazioni della Covip, due lavoratori su tre, non hanno piani pensionistici integrativi”.

Accanto a soluzioni di risparmio che possano aiutare a pianificare un futuro sereno, Alleanza Assicurazioni proprio a Genova presenterà nuove soluzioni di investimento: “L’attuale scenario di mercato, con bassi tassi di interesse, è molto sfidante per chi vuole investire con tranquillità. Per questo — spiega Passero — abbiamo creato una formula innovativa che si rivolge a un investitore prudente. Valore Alleanza è un prodotto ibrido di nuova generazione che combina la gestione assicurativa Euro San Giorgio, che ha rendimenti stabili nel tempo, con l’investimento in un fondo obbligazionario di Alleanza, più dinamico, ma a volatilità controllata. Un abbinamento che unisce più aspetti per noi fondamentali: ricerca di rendimento con basso rischio, liquidabilità del capitale e garanzie di protezione per incidenti ed infortuni”.

Related posts

Top