Associazione Agenti UnipolSai, Enzo Sivori rieletto alla presidenza

Enzo Sivori - XVIII Assemblea AAU (Foto Merlo Fotografia) (2) Imc

Enzo Sivori - XVIII Assemblea AAU (Foto Merlo Fotografia) (2) Imc

I lavori della XVIII Assemblea congressuale hanno inoltre deliberato la conferma per tutta la Giunta uscente. Sivori: “Il biennio 2018-2019 sarà decisivo. Siamo tutti chiamati ad un’evoluzione cui nessuno potrà sottrarsi”

Lo scorso 20 aprile, a conclusione della XVIII Assemblea Congressuale intitolata Storia – Cambiamento – Futuro, gli Associati AAU (Associazione Agenti UnipolSai) hanno rieletto Enzo Sivori (nella foto, di Merlo Fotografia) e tutta la sua squadra alla guida dell’Associazione per il prossimo mandato, “riconfermando così piena fiducia nella capacità dei colleghi di condurre l’AAU e tutti gli iscritti nel corso degli anni” che, secondo Sivori “passeranno probabilmente alla storia come gli anni della svolta”.

I tre giorni dedicati ai lavori della XVIII Assemblea Congressuale AAU – si legge in una nota – “sono stati densi di attività, offrendo agli associati numerosi momenti di approfondimento e di confronto sia interno che con la compagnia”.

La prima giornata è stata dedicata ai festeggiamenti per il cinquantenario dell’Associazione e, più in generale, ad un’ampia riflessione sulla storia di Unipol e dell’Associazione stessa. Dopo l’apertura da parte del presidente Sivori ed il saluto istituzionale del vice sindaco di Genova Stefano Balleari, si è svolta una prima tavola rotonda “Unipol e il welfare, le radici del nostro futuro”, moderata da vicedirettore del Corriere della Sera Antonio Polito ed alla quale sono intervenuti (oltre a Sivori) il presidente Istat Giorgio Alleva ed il presidente di Unipol Gruppo Pierluigi Stefanini. Nel pomeriggio si è tenuta una conversazione tra Stefanini, Sivori e Mario Viviani, autore di “Cinzio Zambelli. Prassi di un dirigente cooperativo”. Sono poi intervenuti Fabrizio Chiodini (presidente IUS), Massimiliano Marianelli (componente della Giunta GASAI), Paola Minini (presidente GALF, anche a nome del presidente MAGAP Francesco Bovio), Paolo Zavattaro (vicepresidente GAU), Vittorio Giovetti (attualmente rappresentante degli agenti UnipolSai nel CdA della compagnia) ed il presidente dell’Associazione Assicoop Lorenzo Cottignoli.

La seconda giornata è stata aperta dal delegato regionale della Liguria Valter Schenone, che ha introdotto la relazione congressuale del presidente Sivori. È seguita la presentazione del volume di Salvo Lauria Storia delle relazioni industriali. Agenti-Unipol. 50 anni dal 1968, seguita da un commento dell’amministratore delegato Unipol Gruppo Carlo Cimbri. Il resto della giornata è stato interamente dedicato ad un confronto con la compagnia, intitolato complessivamente “Cambiamento e Futuro” e strutturato in una serie di dibattiti sulle tematiche specifiche trattate nelle Commissioni, portati avanti dai rispettivi responsabili di Giunta AAU e dal Management UnipolSai. I lavori della seconda giornata sono stati conclusi dall’AD Cimbri e dal direttore generale di Unipolsai Matteo Laterza.

L’ultimo giorno ha rappresentato invece l’appuntamento più strettamente congressuale, durante il quale è stata presentata l’unica lista di Enzo Sivori, che ha registrato un ampio dibattito contraddistinto da un alto numero di interventi da parte dei congressisti. Nel pomeriggio, l’intervento di UniArea, il “braccio operativo” dell’Associazione.

“Nel biennio 2018-2019 – ha spiegato Sivori a margine della rielezione – riteniamo dovranno essere creati i presupposti dell’evoluzione che tutti i protagonisti del nostro settore, cioè gli agenti, dovranno compiere per poter continuare a presidiare il business assicurativo, tenendo conto del mutamento del modello distributivo, della crescente tensione competitiva, del diverso atteggiamento dei consumatori e del moltiplicarsi dei canali di vendita, di relazione e di contatto con il cliente”.

Pietra miliare di questo cambiamento, spiegano dall’associazione, l’entrata in vigore (il prossimo 1° ottobre) della Direttiva Europea n. 2016/97. “La IDD – ha dicharato il rieletto presidente AAU – determinerà probabilmente l’ultima forte spinta, in ordine di tempo, ad innovare la distribuzione assicurativa e riassicurativa, abbandonando vecchi schemi e vecchie prassi ormai consolidate, con gli attori del mercato costretti a fare i conti con l’evoluzione obbligata del modello distributivo, delle strutture aziendali, delle reti di vendita e del complesso di attività legate al processo assicurativo. La nuova Direttiva Ue si pone come principale obiettivo la tutela del consumatore, ponendolo al centro della catena del valore del prodotto dalla sua creazione alla sua distribuzione, aumentando le responsabilità e gli oneri a carico degli intermediari ma, al contempo, rilanciandone il ruolo consulenziale e la centralità rispetto alla filiera del prodotto nella relazione con i consumatori. Il rischio per chi non riuscirà ad attrezzarsi per cogliere le opportunità di questa trasformazione sarà l’espulsione dal mercato”.

Proprio “il supporto e l’accompagnamento di ogni singolo collega nei percorsi evolutivi necessari ad affrontare le sfide future” sono l’obiettivo “che si pongono il presidente, la Giunta e tutti gli organismi dell’Associazione Agenti UnipolSai nell’intraprendere il nuovo mandato affidato loro dagli Iscritti per i quali l’appuntamento elettorale, seppure evidentemente fondamentale della vita associativa, è stato uno dei molti momenti significativi ed un naturale passaggio di quanto emerso durante le tre giornate di lavori”.

“Il ruolo della nostra Associazione, in questo biennio di svolta, dovrà essere rafforzato migliorando l’efficienza e l’efficacia delle nostre strutture di servizio, implementando le attività di consulenza, supporto ed offerta di strumenti operativi per perseguire la crescita professionale/imprenditoriale e l’autonomia delle agenzie – ha aggiunto Sivori –. Sul piano politico, continueremo a portare avanti il modello di relazione con la Mandante basato non sulla rivendicazione e sulla contrattazione squisitamente economica, ma su progettualità e proposte per consolidare una collaborazione che dia impulso alla ricerca di soluzioni condivise con l’Impresa”.

L’associazione, infine, si propone di intraprendere un percorso di rinnovamento interno istituendo due ulteriori strutture integrative rispetto alla Giunta esecutiva: la Giunta Giovani ed il Centro Studi. La Giunta Giovani “rappresenterà una “fucina” nella quale formare i futuri quadri associativi, avvalendosi dell’arricchimento derivante dall’apporto di nuove idee e ulteriori punti di vista”. Il Centro Studi “si dedicherà all’analisi delle opzioni strategiche e delle soluzioni progettuali su cui si orienteranno le attività associative”.

Intermedia Channel

Related posts

Top