Assoreti, a marzo 2019 nuovi massimi per il patrimonio dei clienti

Private banking - Gestione Imc

Private banking - Gestione Imc

Le performance dei mercati finanziari e l’attività delle reti hanno fatto registrare uno sviluppo a 571,4 miliardi di Euro per le consistenze patrimoniali

Secondo quanto rilevato da Assoreti, sulla base del nuovo campione di imprese partecipanti all’indagine, a fine marzo 2019, l’indicatore delle consistenze patrimoniali dei prodotti finanziari e servizi di investimento distribuiti dalle imprese associate, tramite l’attività dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede, è stata pari a 571,4 miliardi di Euro, in crescita sia rispetto al dato di fine 2018 (513,6 miliardi) sia sul dato di marzo 2018 (518,2 miliardi).

La nuova valorizzazione, spiegano da Assoreti, è attribuibile, da una parte, all’estensione del campione di riferimento e, dall’altra, alle performance dei mercati finanziari ed ai volumi di consolidamento e raccolta realizzati nel primo trimestre dell’anno. Circoscrivendo la rilevazione al medesimo perimetro campionario attivo nel corso del 2018, il dato di patrimonio al 31 marzo 2019 risulterebbe comunque pari a 543,5 miliardi di Euro, con una crescita del 5,8% rispetto a dicembre 2018 e del 2,3% rispetto al precedente record storico di settembre 2018 (531,2 miliardi).

“Il nuovo dato patrimoniale rilevato dall’Assoreti è una conferma dell’importanza del ruolo delle reti sulla crescita della ricchezza finanziaria degli italiani – ha commentato Paolo Molesini, presidente dell’Associazione delle società per la consulenza agli investimenti –. Il rapporto fiduciario esistente tra il consulente finanziario ed il proprio cliente ha infatti consentito di affrontare efficacemente una fase particolarmente critica dei mercati finanziari, gestendo l’emotività dell’investitore e permettendo nel breve il recupero delle perdite realizzate sul finire del 2018”.

La valorizzazione complessiva dei prodotti del risparmio gestito si attesta sui 407,1 miliardi di Euro e rappresenta il 71,2% del totale, mentre quella dei prodotti in regime amministrato è pari a 164,3 miliardi, con una quota del 28,8%.

Nell’ambito del risparmio gestito, il patrimonio degli OICR sottoscritti direttamente risulta pari a 192,4 miliardi, ossia al 33,7% del portafoglio totale; i prodotti assicurativi e previdenziali evidenziano un’incidenza pari al 26,8%, con 153,3 miliardi; le gestioni patrimoniali individuali si attestano a 61,4 miliardi, con una quota del 10,7% sul patrimonio totale dei clienti delle reti.

Il contributo complessivo del nuovo campione di società al patrimonio investito in OICR aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si attesta a 326,9 miliardi di Euro, con un’incidenza del 32,5% sul patrimonio totale investito in fondi (patrimonio gestito pari a 1.004,9 miliardi, dato provvisorio).

Nell’ambito del risparmio amministrato, infine, il portafoglio titoli ammonta a 78,9 miliardi di Euro, ossia al 13,8% del patrimonio totale, mentre la liquidità si attesta a 85,4 miliardi (14,9%).

Intermedia Channel


Assoreti – Dati di patrimonio a marzo 2019

Related posts

Top