AUMENTO IMPOSTE RC AUTO A NAPOLI: LO SNA PROTESTA

Gli agenti calcolano che l’incremento medio dell’assicurazione si aggirerà intorno a 80 euro.

Le sezioni provinciali dello Sna protestano contro la decisione della giunta provinciale di Napoli, presieduta da Luigi Cesaro, di aumentare le imposte sulle assicurazioni Rc auto. «Contro ogni logica  la Provincia, invece di impegnarsi in un’attività di  contrasto al fenomeno dell’evasione assicurativa, trova  più semplice accrescere le imposte Rc auto, che in provincia  hanno il triste  primato dei premi più elevati d’Italia», dice Alfonso Santangelo (nella foto), presidente della sezione provinciale Sna di Napoli.

Gli agenti di assicurazione calcolano che l’aumento medio dell’assicurazione si aggirerà intorno a 80 euro, ma potrà  arrivare a toccare  anche punte di  oltre  300 euro per i possessori di autocarri  pesanti. Gli introiti stimati per la Provincia sarebbero oltre 22 milioni di euro.

«È inaccettabile che mentre ci sono province virtuose come quella di Firenze, che ha deliberato la riduzione  dell’imposta sull’assicurazione auto dal 12,5% all’11%, su premi  sensibilmente inferiori a quelli della provincia  partenopea, il presidente della Provincia di Napoli non abbia  considerato le ripercussioni economiche sui cittadini», conclude Santangelo.

Lo Sna ha intenzione di coinvolgere direttamente i cittadini con una campagna di informazione con l’intento di giungere alla soppressione della delibera provinciale.

Redazione Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top