AUTODENUNCIA SNA: LA POSIZIONE DEL GRUPPO AGENTI ZURICH

Parla il presidente Enrico Ulivieri.

«In coerenza con quanto deciso non aderiremo come gruppo agenti all’iniziativa promossa dal Sindacato nazionale agenti che ritengo tardiva e quindi priva della sperata efficacia». Così Enrico Ulivieri (nella foto), presidente del gruppo agenti Zurich, sulla proposta avanzata dallo Sna agli esecutivi nazionali dei gruppi aziendali di autodenunciarsi per la non applicazione dell’articolo 34 del decreto legge sulle liberalizzazioni.

«Il nostro gruppo agenti,  recentemente sospesosi dallo Sna anche a causa della grande differenza di visione politica in merito al decreto legge sulle liberalizzazioni, rileva che  in questa occasione si è preferito ignorare il perentorio invito espresso sia dal Focus Group Unapass, sia dal Comitato gruppi Sna di ricercare l’unità della categoria e si è invece deciso di  promuovere un iniziativa non condivisa», ha spiegato Ulivieri.

«A questo punto prendiamo atto che, dopo oltre un mese, dai plausi alle iniziative governative si è passati all’autodenuncia per “manifesta inapplicabilità” dell’ormai famoso art.34. Probabilmente se ciò fosse stato fatto prima e soprattutto tutti assieme certamente ne avremmo guadagnato quantomeno  come immagine e credibilità. Mi chiedo  cos’altro debba capitare alla nostra categoria prima che si mettano finalmente da parte freddi interessi di bottega promuovendo l’effettiva unità della stessa».

Redazione Intermedia Channel

Authors

Related posts

One Comment;

  1. eu said:

    Concordo pienamente con Ulivieri: peraltro è un passo avanti notevole che gli agenti si oppongano invece di subire.

Comments are closed.

Top