Avvocati, corsa alle polizze

Giustizia - Rc magistrati Imc

Giustizia - Rc magistrati Imc

(di Gabriele Ventura – ItaliaOggi)

Assicurazione agevolata per i legali: l’iniziativa del Cnf alla luce delle indicazioni del decreto ministeriale

Avvocati assicurati in convenzione. Il Consiglio nazionale forense ha infatti deliberato nei giorni scorsi l’indizione di una gara per compagnie di assicurazione per dotare gli iscritti di una polizza di assicurazione del ramo responsabilità civile professionale e infortuni conforme al decreto ministeriale pubblicato l’11 ottobre scorso in Gazzetta Ufficiale, che entrerà in vigore l’11 ottobre 2017.

Il dm stabilisce, in particolare, le condizioni minime essenziali per l’assicurazione che gli avvocati dovranno stipulare obbligatoriamente. Secondo il Cnf, risulta quindi necessario predisporre strumenti che garantiscano all’intera avvocatura la possibilità di accedere, a condizioni economiche sostenibili, a polizze assicurative che ottemperino al disposto ministeriale. Numerosi avvocati sono infatti già in possesso di una copertura assicurativa, che però dovrà essere adeguata entro l’11 ottobre 2017, e potrebbero ritrovarsi con la necessità di rivedere il contratto qualora scada in data successiva al termine ultimo. Allo stesso modo, ricorda il Cnf in una nota, la predisposizione di un contratto adeguato normativamente e competitivo economicamente può rappresentare una agevolazione per gli avvocati che si dovranno assicurare per la prima volta.

Per questo, il Cnf ha deliberato l’indizione di una gara per compagnie di assicurazione, con validità europea, mediante lo strumento della gara aperta e aggiudicazione all’offerta economicamente più vantaggiosa, per il reperimento delle migliori condizioni economiche e normative in relazione alla stipula di polizze di assicurazione conformi alla nuova normativa. La documentazione di gara verrà redatta dalla commissione appositamente nominata, con il supporto del broker Aon spa.

Il Cnf ricorda, infine, che la violazione dell’obbligo di stipulare un’assicurazione alle condizioni fissate dal decreto ministeriale costituisce illecito disciplinare e il controllo del corretto adempimento ricade sui Consigli dell’ordine territoriali, che dovranno verificare l’esistenza e l’adeguatezza delle polizze di ciascun iscritto.

Related posts

Top