AXA Italia presenta la nuova sede di Roma all’insegna del lavoro agile

AXA Italia - Esterno nuova sede Roma Imc

AXA Italia - Esterno nuova sede Roma Imc

La sede capitolina della compagnia assicurativa si presenta rinnovata negli spazi e nelle modalità di lavoro: non più postazioni fisse, “ma ambienti dedicati a creatività, innovazione, condivisione e concentrazione”. Per AXA Italia si tratta non solo di “una questione estetica”, ma di un vero “cambiamento culturale incentrato sulla fiducia e sulla focalizzazione sui risultati, che combina in modo virtuoso flessibilità, autonomia e collaborazione” 

AXA Italia ha presentato oggi la propria rinnovata sede di Roma all’insegna del lavoro agile. La nuova sede – spiega infatti la compagnia in una nota – “rappresenta un’importante accelerazione in un percorso di cambiamento partito nel 2016 e rende pienamente operativa la new way of working” del Gruppo: la quasi totalità della popolazione aziendale di AXA Italia può ora infatti optare per lo Smart Working, “superando la logica della presenza fisica a favore di una cultura orientata a risultati, fiducia e responsabilità”.

Gli spazi della nuova sede romana, spiegano inoltre da AXA Italia, “sono stati completamente ridisegnati e adeguati alle mutate esigenze: non più postazioni fisse, ma ambienti dedicati a creatività, innovazione, collaborazione e concentrazione”.

“Vogliamo reinventare il modo di lavorare nel settore assicurativo attraverso un cambiamento della cultura aziendale, favorendo un modello basato sull’agilità, la semplificazione e il benessere per generare performance – ha dichiarato Patrick Cohen, CEO di AXA Italia –. Continuiamo a investire per essere una delle aziende migliori dove lavorare: questo è il punto di partenza per servire sempre meglio i nostri clienti”.

Quello intrapreso dalla compagnia è un percorso che sta raccogliendo notevoli favori: il 97% dei dipendenti ritiene infatti positiva l’esperienza del lavoro agile, con una generale percezione di effetto migliorativo in più ambiti. Il 76% ritiene che la produttività sia incrementata, mentre l’efficacia è aumentata per l’84%; il work life balance (l’equilibrio tra lavoro e vita privata) è migliorato per l’89%; la motivazione è accresciuta per il 68%. E la percezione favorevole, infine, è comune a tutti i livelli: dai manager ai team member.

Intermedia Channel

Related posts

*

Top