Banca Generali e PwC insieme per le Pmi

Banca Generali HiRes (2)

Banca Generali HiRes (2) Rettangolare(Autore: Laura Galvagni – Il Sole 24 Ore)

Supporto ai clienti sulla finanza straordinaria

Banca Generali allarga il panorama dei servizi da offrire alla propria clientela. Dopo la partnership con lo studio legale Chiomenti per fornire assistenza legale, gli accordi con diversi operatori del mattone per il supporto nel real estate, la società si è alleata con PriceWaterhouseCoopers per assicurare servizi di corporate finance ai propri clienti. In questo modo va a completare le proposte addizionali tramite l’introduzione di una vera e propria innovazione per il settore. Per la prima volta in Italia, infatti, il mondo delle reti di consulenza e del private banking ha deciso di affiancare alla pianificazione patrimoniale anche le competenze di un player leader mondiale nella soluzioni di advisory. PwC, dopo una diagnostica iniziale, metterà a disposizione un team di professionisti che potrà supportare i clienti Banca Generali in caso di «operazioni di acquisizione, cessione, fusione e scissione, nella predisposizione di piani industriali, nella valutazione di aziende o di rami di azienda e nell’attività due diligence». La scelta di PwC come partner non è stata casuale ma è frutto di una serie di considerazioni rivelatesi chiave: da un lato la capillarità della presenza di Price sul territorio italiano e dall’altro il network internazionale che il consulente può mettere a disposizione. PwC è presente in 157 Paesi con circa 195.000 professionisti, di cui 3.700 in Italia in 21 città. Tutto ciò è parso fondamentale nel momento in cui si è dovuto scegliere chi dovrà aiutare i clienti Banca Generali a definire il proprio futuro imprenditoriale. Un’occasione anche per PwC che, attraverso questo accordo, potrà consolidare il proprio posizionamento sul mercato italiano delle piccole e medie imprese.

«Le complessità per i nostri clienti e per migliaia di imprenditori italiani nell’affrontare le criticità in ambito successorio o di finanza straordinaria per le proprie imprese richiedono soluzioni specialistiche che non si improvvisano al proprio interno ma che necessitano delle competenze di operatori che fanno questo mestiere da decine di anni e si confrontano ogni giorno con le molteplici variabili dei mercati a livello internazionale», ha spiegato il condirettore generale di Banca Generali Gian Maria Mossa che ha aggiunto: «Siamo orgogliosi di offrire ai nostri professionisti e ai loro clienti questo nuovo servizio in collaborazione con PwC, certi che l’unione delle due eccellenze possa tradursi in crescenti opportunità per contribuire allo sviluppo del mondo degli imprenditori e delle pmi in Italia». Secondo un’analisi di Mediobanca e Cerved del 2013 nel paese sono oltre 100 mila le aziende dal fatturato compreso tra i 2 milioni di euro e i 50 milioni, e il 90% di queste sono definite familiari con tutta una serie di implicazioni legate al tema successorio e di corporate finance che caratterizzano la specializzazione di questa intesa.

«L’alleanza con Banca Generali – ha quindi sottolineato Oliver Galea, amministratore delegato di PricewaterhouseCoopers Advisory – si inserisce nel solco delle iniziative di PwC volte a sostenere la crescita anche internazionale delle imprese italiane. Grazie alla nostra presenza capillare in Italia e all’estero siamo in grado di accompagnarle in tutte le fasi del loro business».

Related posts

Top