Banca Generali, raccolta record a novembre

Piermario Motta (4) Imc

Piermario Motta (4) Imc

(Fonte: Il Sole 24 Ore)

Dato positivo per 522 milioni. L’ad Motta: «Siamo a ridosso dell’obiettivo di 4 miliardi per il 2016»

Raccolta netta da primato per Banca Generali. A novembre il gruppo guidato da Piermario Motta (nella foto) ha infatti registrato il miglior dato mensile della sua storia bissando il già positivo dato in ottobre. Nel dettaglio, la raccolta netta dalla clientela retail è stata pari a 522 milioni di euro, 331 milioni dei quali realizzati dalla rete Banca Generali Financial Planner e 191 milioni da Banca Generali Private Banking: dati che hanno portato il saldo degli ultimi 60 giorni a quasi un miliardo di crescita e il valore complessivo da inizio anno a 3,953 miliardi (+7% rispetto ai primi 11 mesi del 2014).

«Un mese straordinario che segna un nuovo picco storico portandoci a ridosso dell’obiettivo di 4 miliardi di raccolta, in linea con i target rivisti comunicati al mercato in corso d’anno», ha sottolineato l’Amministratore Delegato Motta, spiegando che «la qualità della nostra offerta e la professionalità dei nostri consulenti riescono a fornire risposte concrete a tutela del risparmio anche in momenti di tensioni e volatilità, mentre l’attenzione ai servizi innovativi in ambito patrimoniale ci caratterizza sempre più come vera e propria banca private al servizio delle famiglie attirando talenti e competenze nel nostro settore».

A livello di prodotti, sono state molto richieste le soluzioni di investimento gestite con 471 milioni di euro di nuovi flussi nel mese di novembre, che hanno portano il totale da inizio anno a 3,4 miliardi di euro. Paradossalmente la destabilizzazione dovuta al riemergere delle tensioni geo-politiche e la volatilità sulle divise ha finito concentrare l’attenzione della clientela sulle soluzioni di investimento assicurativo e in particular modo sulla multiramo Bg Stile Libero (2,082 miliardi raccolti da inizio anno).

Da notare infine la progressiva crescita di nuova clientela, un dato che si evince dai flussi positivi di raccolta amministrata (51 milioni nel mese di novembre e 515 milioni da inizio anno) e che fa ben sperare la dirigenza per il futuro: «Ci aspetta un finale d’anno e un avvio 2016 molto brillante», ha concluso Motta.

Related posts

Top