BANCA GENERALI: UTILE NETTO A 97,5 MILIONI (+91%) NEI NOVE MESI

Piermario Motta Imc

Forte incremento dei ricavi a 256,5 milioni di Euro (+43%) con costi operativi a 111 milioni (+3,4%). Da inizio anno, raccolta netta a 1.463 milioni di Euro (+60%)

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Generali ha approvato i risultati consolidati dei primi nove mesi del 2012.

In una nota ufficiale, l’Amministratore Delegato di Banca Generali, Piermario Motta (nella foto), ha dichiarato: “Banca Generali ha più volte confermato in questi ultimi anni di saper trasformare le sfide dei mercati finanziari in opportunità di crescita. Negli ultimi nove mesi ne abbiamo dato un‘ulteriore prova, come dimostrano i risultati finanziari che abbiamo presentato oggi e che si riassumono in una forte crescita dei ricavi e degli utili accompagnata dal rafforzamento della solidità patrimoniale. Questi risultati riflettono principalmente la qualità della nostra rete di professionisti che si accredita sempre più ai vertici del settore per professionalità e dinamismo. Ad essa si affianca il grande lavoro della struttura nella prudente gestione degli attivi e nell’attento controllo dei costi. Riteniamo che continuando a puntare su queste risorse e sfruttando l’esperienza accumulata, Banca Generali continuerà a realizzare risultati positivi per i nostri Clienti, i nostri Azionisti e per l’Azienda”.

Nel dettaglio, il bilancio al 30 settembre 2012 di Banca Generali si è chiuso con un utile netto consolidato di 97,5 milioni di Euro, in crescita del 91% rispetto all’esercizio precedente. Il risultato riflette la significativa espansione dell’attività sia in termini di raccolta netta che di performance delle masse. La crescita dei ricavi è stata importante, con il margine d’intermediazione in progresso del 43% a € 256,5 milioni. Da sottolineare la positiva dinamica del patrimonio netto consolidato che è risultato in netta crescita passando dai 262,4 milioni di Euro di fine 2011 agli attuali 345,1 milioni (+31,5%), beneficiando anche del restringimento degli spread sui titoli di Stato italiani.

Da inizio anno, la raccolta netta totale ha raggiunto € 1.463 milioni (+60%), di cui 1.240 milioni (+134% a/a) in prodotti di risparmio gestito e le masse gestite e amministrate sono cresciute nell’ultimo trimestre di circa 950 milioni di Euro, raggiungendo i 25,5 miliardi al 30 settembre 2012 (+10% da inizio anno).

Per quanto riguarda la prevedibile evoluzione della gestione, il gruppo esprime moderato ottimismo perché “la solidità patrimoniale della banca si è ulteriormente rafforzata. Siamo fiduciosi che queste dinamiche possano continuare nei prossimi mesi anche alla luce dei cauti spiragli di miglioramento sul fronte economico internazionale, pur senza sottovalutare la complessità del quadro macroeconomico e la volatilità dei mercati finanziari“.

Intermedia Channel

Related posts

Top