Bene Assicurazioni vince il premio “Digital Payments – Innovation Award 2018”

Bene Assicurazioni HiRes

Bene Assicurazioni HiResBene Assicurazioni ha vinto il premio AIFIn Digital Payments – Innovation Award 2018 nella categoria Assicurazioni grazie al progetto bPAY: the omnichannel payment hub.

Il riconoscimento – che viene assegnato con cadenza annuale e ha lo scopo “di promuovere il ruolo dell’innovazione nei servizi di pagamento ed è finalizzato a valutare la capacità di innovazione complessiva delle istituzioni finanziarie appartenenti al settore” – è stato conferito nell’ambito dell’Osservatorio AIFIn/MarketLab Innovazione nel Retail Digital Payments 2018, che nei giorni scorsi ha fatto il punto sull’evoluzione del contesto competitivo e sull’innovazione nel settore bancario, assicurativo e finanziario.

L’approccio ‘disruptive’ del progetto “bPAY”, – si legge in una nota – ha permesso a Bene Assicurazioni “di vincere il premio, di entrare a pieno titolo nel report dell’Osservatorio come ‘case history’ innovativo e di essere messa in nomination per il premio AIFIn “Financial Innovation – Italian Awards 2018”, di cui presto si conosceranno i risultati”.

“L’industria dei pagamenti – ha dichiarato Sergio Spaccavento, presidente AIFIn e CEO di MarketLabcambierà profondamente nei prossimi anni sulla spinta di molteplici, disruptive, veloci e in alcuni casi convergenti macrotrend: la continua evoluzione tecnologica, l’evoluzione normativa e l’ingresso di nuovi attori (InsurTech e Fintech) sono solo alcuni tra i più importanti”.

All’evento era presente Alberto Dominici, COO – Direttore Operations di Bene Assicurazioni, intervenuto a una tavola rotonda organizzata per l’occasione, durante la quale ha potuto chiarire la visione del Gruppo.

“In un’economia evoluta e digitale, il metodo di pagamento non è più ininfluente, ma diventa fattore portante del processo di acquisto, determinante sull’acquisto stesso – ha precisato Dominici –. Ma ancor più per il settore assicurativo, questo diventa fattore strutturale, abilitante l’innovazione di prodotto, dalla semplice mensilizzazione del premio di polizza, fino a concetti evoluti di prodotti pay-per-use, instant insurance o micro insurance, non si può prescindere dall’uso di piattaforme di pagamento abilitanti e di strumenti di pagamento digitali, adeguati ai più moderni standard offerti dagli altri settori di consumo retail”.

In termini di servizi di pagamento, spiegano ancora dalla compagnia, “rispettare il mandato di essere digitale, omnicanale e multiofferta ha richiesto al management team di Bene di implementare una piattaforma di pagamento digitale che soddisfi le esigenze peculiari sia del canale fisico intermediato (b2b2c) sia il canale on-line diretto (b2c)”.

Una piattaforma “che quindi abiliti il canale fisico a servire i clienti fornendo i più evoluti e diffusi strumenti e modalità di pagamento presso il punto di vendita, in mobilità o da remoto, senza assolutamente disintermediare il distributore, nella sua qualificata attività di consulenza, anzi fornendogli, in un’unica piattaforma, servizi ad alto valore per la gestione degli incassi e per lo sviluppo commerciale”.

La soluzione ideata da Bene con il partner industriale Vipera – conclude la nota – “è di fatto un hub abilitante, sia l’atto del pagamento in sé, che una gestione evoluta degli incassi cliente, oltre che (a breve) un’attività di marketing e CRM con logiche di rewarding e programmi di loyalty”.

Intermedia Channel

Related posts

*

Top