BOLLETTINO ISVAP NOVEMBRE: 13 INTERMEDIARI COLPITI DA SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE

Isvap

Secondo quanto riportato dal Bollettino ISVAP del mese di novembre, sono tredici gli intermediari colpiti da sanzioni amministrative pecuniarie fino a oltre 106.000 Euro. Nel dettaglio:

  • Sanzione di 10.000,00 Euro per Biagio Liburdi – Ordinanza n. 4346/12 del 5 novembre – per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • L’ordinanza n. 4520/12 dell’8 novembre ha disposto 18.000 Euro di Sanzione nei confronti di Raffaele Adamo, al quale sono stati contestati il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in quattro occasioni;
  • 11.000 Euro di multa per la Assicurazioni Badim di Basilone Antonino & Co. s.a.s. – Ordinanza n. 4544/12 dell’8 novembre – per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati;
  • Il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale è costato 1.000 Euro di sanzione (con l’ordinanza n. 4689/12 del 22 novembre) a Simona Bertonelli;
  • Pesante sanzione a carico di Paolo Lovascio. Il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale unito al mancato rispetto delle regole di informazione precontrattuale in 52 occasioni e degli obblighi di conservazione della documentazione contrattuale in 19 occasioni gli è costato 90.000 Euro di multa (Ordinanza n. 4690/12 del 22 novembre);
  • L’ordinanza n. 4694/12 del 22 novembre ha disposto 75.111,09 Euro di sanzione per la Chirico e Cappadona S. Arena C. s.n.c. (nella persona del legale rappresentante Salvatore Cappadona). Contestati il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale, il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 48 occasioni e il mancato rispetto degli obblighi di conservazione della documentazione contrattuale in n. 6 occasioni;
  • Tra i sanzionati del bollettino di novembre figura anche un attuario; Fulvio Gismondi, professionista incaricato per il ramo r.c. auto da Società Cattolica di Assicurazione, ha ricevuto la sanzione di 27.500 Euro per mancata verifica dei requisiti di significatività delle basi tecniche e della coerenza dei premi di tariffa r.c. auto con le basi tecniche per singole classi di tariffazione (Ordinanza n. 4705/12 del 22 novembre);
  • 3.333,33 Euro la multa a carico della Global s.a.s. – Ordinanza n. 4706/12 del 22 novembre – per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • L’ordinanza n. 4706/12 del 22 novembre ha disposto 34.000 Euro di sanzione per Cosimo Filomeno. All’intermediario sono stati contestati il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale, mancato rispetto degli obblighi di conservazione della documentazione concernente l’attività svolta in 20 occasioni e mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 13 occasioni;
  • 14.000 Euro – per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 6 occasioni – è la sanzione disposta dall’ordinanza 4710/12 del 22 novembre nei confronti di NAF Negozio Assicurativo Finanziario s.a.s. (nella persona del socio accomandatario e rappresentante della società, Barbara Calabrese);
  • Il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati sono costati 13.333,33 Euro di multa a Paolo Cardinali (Ordinanza n. 4712/12 del 22 novembre);
  • La sanzione più pesante a carico degli intermediari pubblicata sul bollettino di novembre – Ordinanza n. 4872/12 del 30 novembre – è quella disposta nei confronti della Rubino s.r.l. (nella persona del liquidatore dott. Fortunato Toscano). 106.666,57 Euro di multa per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 45 occasioni;
  • Infine, 1.000 Euro di sanzione per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale a carico di Roberta Papotti (Ordinanza n. 4882/12 del 30 novembre).

Intermedia Channel

Related posts

Top