BOLLETTINO ISVAP NOVEMBRE: NOVE PROCEDURE DI RADIAZIONE

Isvap sanzioni Imc

Nel bollettino ISVAP di novembre, pubblicato lo scorso 31 dicembre, l’Autorità di Vigilanza ha disposto la radiazione per nove intermediari. Vediamo nel dettaglio chi sono e quali addebiti vengono loro contestati, ricordando che contro questi provvedimenti è ammesso il ricorso giurisdizionale al Tar del Lazio entro 60 giorni dalla notificazione e al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla notificazione.

  • Biagio Pandolfo, nato a Santa Lucia del Mela (ME), il 19 Gennaio 1966 – Provvedimento n. 1020/PD/12 del 28 marzo 2012. Violazione dell’art. 62, comma 2, lettera a), punto 4) del Regolamento ISVAP n. 5/2006, dell’art. 117 del Codice delle assicurazioni private e degli artt. 54, comma 2 e 47, comma 1, lettere a) e d) del regolamento ISVAP n. 5/2006;
  • Giovanni Cantù, nato a Osnago (LC) il 01/01/1954 – Provvedimento n. 1022/PD/12 del 28 marzo 2012. Violazione degli articoli 117, 183, comma 1, lettera a) e 109, comma 6, del Codice delle Assicurazioni Private nonchè degli articoli 62, comma 2, lettera a), punto 4), 54, 47, comma 1, lettere a) e d), 57, comma 1, lettere b) e c), e 36, comma 6, del Regolamento Isvap n. 5/2006;
  • Giuliano Barbacovi, nato a Cles (TN) il 18/06/1964 – Provvedimento n. 1037/PD/12 del 23 aprile 2012. Violazione degli articoli 62, comma 2, lettera a), punto 2) e 62, comma 2, lettera a), punto 4), del Regolamento ISVAP n. 5 del 16 ottobre 2006, nonché dell’articolo 109, comma 4, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209;
  • Gabriele Cecchi, nato a Lodi (LO), il 4 Agosto 1958 – Provvedimento n. 1049/PD/12 del 24 aprile 2012. Violazione dell’art. 62, comma 2, lettera a), punto 4), 62, comma 2, lettera a), punto 7) e 54, comma 2 del Regolamento ISVAP n. 5/2006;
  • Luigi Morando, nato a Montoggio (GE) il 31/03/1953 – Provvedimento n. 1064/PD/12 del 7 maggio 2012. Violazione dell’articolo 62, comma 2, lettera a), punto 4), del Regolamento ISVAP n. 5 del 16 ottobre 2006, nonché dell’articolo 117, comma 1, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 e dell’articolo 54, commi 1 e 2, del Regolamento ISVAP n. 5 del 16 ottobre 2006;
  • Cosimo Tarantino, nato a Piana di Monte Verna (CE) il 20/01/1961 – Provvedimento n. 1066/PD/12 del 7 maggio 2012. Violazione dell’articolo 62, comma 2, lettera a), punto 4), del Regolamento ISVAP n. 5 del 16 ottobre 2006, nonché dell’articolo 117 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 e dell’articolo 54, commi 1 e 2, del Regolamento ISVAP n. 5 del 16 ottobre 2006;
  • Giuseppe Lamonica, nato a Salerno il 2/05/1973 – Provvedimento n. 1095/PD/12 del 24/05/12. Violazione dell’articolo 62, comma 2, lettera a), punto 4) del Regolamento ISVAP n. 5/2006, degli articoli 117, comma 1, del Codice delle assicurazioni private e 54, comma 1, del Regolamento ISVAP n. 5/2006;
  • Micaela Reguzzoni, nata a Busto Arsizio (VA) il 14/07/1976 – Provvedimento n. 1126/PD/12 del 26 giugno 2012. Violazione dell’articolo 117 del Codice delle assicurazioni private e degli articoli 54 e 62, comma 2, lettera a), punto 4) del Regolamento ISVAP n. 5/2006;
  • Mina Cardone, nata a Lecce (LE) il 24/04/1967 – Provvedimento n. 1156/PD/12 del 13 luglio 2012. Addebiti contestati ed accertati di particolare gravità in quanto, compromettendo l’interesse pubblico al regolare svolgimento dell’attività assicurativa e alla tutela dell’affidamento della clientela, costituiscono violazione degli obblighi di deontologia in quanto non conformi all’etica, alla dignità e al decoro professionale (anche ai sensi del decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 concernente disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini ed in particolare, l’art. 13, comma 28).

Intermedia Channel

Related posts

Top