BOLLETTINO ISVAP NOVEMBRE: SANZIONE DA DUE MILIONI DI EURO PER CATTOLICA

La sede di Cattolica Assicurazioni Imc

Violazione art. 132, comma 1, del d.lgs. 209/2005 – elusione dell’obbligo legale a contrarre rispetto ad alcune categorie di assicurati e per determinate zone territoriali.

In particolare:

  • settore I, profilo 1 (diciottenne di sesso maschile, assicurato per la prima volta, Bonus Malus, massimale minimo di legge, automobile 1300 cc, benzina in classe di ingresso) – premi di tariffa previsti: Bologna 4.094 euro, Firenze 4.043 euro, Roma 3.810 euro, Bari 3.894 euro, Napoli 5.535 euro, Palermo 3.856 euro, Ancona 3.843 euro, Reggio Calabria 4.577 euro;
  • settore V, profilo 3 (diciottenne di sesso maschile, assicurato per la prima volta, Bonus Malus, massimale minimo di legge, ciclomotore 50 cc, in classe di ingresso) – premi di tariffa previsti: Bari 1.768 euro, Napoli 2.661 euro, Palermo 1.494 euro, Reggio Calabria 1.661 euro, Roma 1.486 euro;
  • settore V, profilo 4 (diciottenne di sesso maschile, assicurato per la prima volta, Bonus Malus, massimale minimo di legge, motociclo 250 cc, in classe di ingresso) – premi di tariffa previsti: Bari 1.594 euro, Napoli 2.152 euro, Reggio Calabria 1.405 euro“.

E’ questa la motivazione che ha portato l’ISVAP a comminare la sanzione di 2.000.000 di Euro a carico della Società Cattolica di Assicurazione (Ordinanza n. 4666/12 del 14 novembre), la più alta tra quelle disposte nei confronti delle imprese di assicurazione nel bollettino Isvap del mese di novembre.

Tra le altre sanzioni di importo rilevante, spiccano i 221.250 Euro ad Arca Assicurazioni S.p.A. (Ordinanza n. 4711/12 del 22 novembre) conseguenti alla violazione degli “artt. 148, 149, 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/2006 (accertamenti ispettivi presso l’Ufficio sinistri di Direzione) – mancato rispetto, per sinistri del ramo r.c. auto con 15 posizioni di danno, dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al danneggiato, per la relativa corresponsione ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa“.

A seguire, sanzioni da 60.000 Euro per Fondiaria-Sai S.p.A. (Ordinanza n. 4400/12 del 5 novembre), Liguria Società di Assicurazioni S.p.A. (Ordinanza n. 4426/12 del 6 novembre), Duomo Uni One Assicurazioni S.p.A. (Ordinanza n. 4591/12 del 13 novembre) e Groupama Assicurazioni S.p.A. (Ordinanza n. 4820/12 del 29 novembre).

Intermedia Channel

Related posts

Top