BOLLETTINO ISVAP OTTOBRE: 14 INTERMEDIARI COLPITI DA SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE

ISVAP (2)

Secondo quanto riportato dal Bollettino ISVAP del mese di ottobre, sono quattordici gli intermediari colpiti da sanzioni amministrative pecuniarie fino a 149.000 Euro. Tra i sanzionati, anche l’ex amministratore di Faro Assicurazioni. Nel dettaglio:

  • Sanzione di 10.000 Euro per Marco Caboni – Ordinanza n. 3768/12 del 4 ottobre – mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Con l’ordinanza n. 3776/12 del 5 ottobre, l’autorità ha sanzionato con 3.333,33 Euro Carmelo Basile e, in concorso, la Prime Consulting Italia s.r.l. per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati;
  • E’ di 149.000 Euro la pesante sanzione comminata con l’ordinanza n. 3874/12 dell’11 ottobre a Nicola Roselli. All’intermediario sono state contestate il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale, ilmancato rispetto degli obblighi di informativa precontrattuale in 12 occasioni e il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 136 occasioni;
  • 30.000 Euro di multa per la RD s.a.s. di Stanga Riccardo & C., con sede in Gavardo (BS), in persona del liquidatore Riccardo Stanga – Ordinanza n. 3875/12 dell’11 ottobre – per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 29 occasioni;
  • L’ordinanza n. 3935/12 del 16 ottobre ha disposto 3.000 Euro di sanzione ad Alberto Casacci per mancata conservazione di due questionari di adeguatezza dei contratti offerti e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Il mancato riscontro alla richiesta di informazioni e chiarimenti dell’Autorità finalizzata alla verifica del rispetto delle norme sulla separazione patrimoniale e di comportamento nella gestione dei premi riscossi è stato invece la causa della sanzione di 20.000 Euro che l’ordinanza n. 3948/12 del 16 ottobre ha stabilito nei confronti di Adriano Giovanni Mistò e Riccardo Nuti (in concorso), in qualità di soci amministratori e rappresentanti dell’intermediario Assiteam di Adriano Mistò e Riccardo Nuti s.n.c.;
  • La Nuuk s.r.l., in persona del liquidatore Cosimo Tartaglia, è stata sanzionata dall’ordinanza n. 3951/12 del 16 ottobre con 2.222,22 Euro per ricorso, nell’esercizio dell’attività di intermediazione, alla collaborazione di un soggetto in assenza della preventiva iscrizione al RUI;
  • 2.000 Euro invece la sanzione a carico della Omega di Corti Antonio e C. s.a.s. – Ordinanza n. 3952/12 del 16 ottobre – per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati;
  • Uguale sanzione è stata comminata dall’ordinanza n. 3953/12 del 16 ottobre alla De Robertis Assicurazioni s.r.l., in persona del liquidatore, Francesca De Robertis. Contestata l’applicazione di convenzioni in assenza della documentazione dei singoli aderenti idonea a comprovare i requisiti prescritti per l’adesione e la omessa conservazione della documentazione attestante il possesso da parte dei singoli aderenti dei requisiti per l’accesso alle convenzioni;
  • L’ordinanza n. 3957/12 del 16 ottobre ha sanzionato la Omega Broker di Tedeschi Nadia e C. s.a.s. con 9.999,99 Euro per mancata specifica informativa su un modello 7B della sussistenza o meno dell’autorizzazione all’incasso dei premi ex art. 118, comma 2, del d.lgs. 209/2005, mancata indicazione su un modello 7B, dei livelli provvigionali spettanti alle agenzie emittenti le polizze e mancanza, in un questionario in merito all’adeguatezza dei contratti offerti, degli spazi per evidenziare sia l’eventuale rifiuto di fornire i dati richiesti, sia le motivazioni dell’eventuale inadeguatezza del contratto offerto;
  • 3.333,33 Euro invece la multa a carico della A & A s.n.c. di Giovanni Antonio Rao e Carmen Colosimo, in persona del rappresentante legale, Carmen Rita Colosimo – Ordinanza n. 3958/12 del 16 ottobre – e per Interstudio Broker s.r.l., – Ordinanza n. 3959/12 del 16 ottobre – per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Con l’ordinanza n. 4119/12 del 23 ottobre, l’autorità ha disposto 100.000 Euro di sanzione a carico di Pasquale Melito, che all’epoca della violazione contestata – stipula di un contratto preliminare di compravendita di un immobile con contestuale versamento di caparra, operazione posta in essere contravvenendo al divieto di compiere atti di disposizione sui beni gravante sull’impresa e sequenziale ritardo nell’esercizio della funzione di vigilanza – era ancora presidente del Consiglio di amministrazione e amministratore delegato di Faro-Compagnia di Assicurazioni e Riassicurazioni S.p.A.;
  • Infine, il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale è stata la violazione contestata a Marco Cicognari, sanzionato con 1.000 Euro (Ordinanza n. 4138/12 del 23 ottobre).

Intermedia Channel

Related posts

Top