Bollettino IVASS marzo 2017, 27 intermediari colpiti da sanzioni amministrative pecuniarie

Sanzioni - Archivio Imc

Sanzioni - Archivio Imc

L’importo totale delle sanzioni del mese di marzo a carico degli intermediari e delle società di intermediazione è di oltre 430.000 Euro

Sono stati 27 gli intermediari e le società di intermediazione oggetto delle sanzioni amministrative pecuniarie fino a 72.000 Euro (ed un totale di oltre 430.000 Euro) attraverso le ordinanze pubblicate lo scorso 28 aprile sul Bollettino IVASS di marzo. Nel dettaglio:

  • Santini Assicurazioni s.n.c. (in persona del legale rappresentante pro tempore) – Ordinanza prot. n. 43723/17 del 2 marzo. Mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 36 occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (46.000 Euro);
  • Mirko Meloni – Ordinanza prot. n. 43726/17 del 2 marzo. Mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 19 occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (22.000 Euro);
  • Massimo Cerqua – Ordinanza prot. n. 45978/17 del 6 marzo. Mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (3.000 Euro);
  • CIL III di Sorci Rosita e Ciliberti Giuseppe s.a.s. – Ordinanza prot. n. 45980/17 del 6 marzo. Mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (3.000 Euro);
  • Suozzo Assicurazioni s.a.s. di Suozzo Simona & C. (in persona del legale rappresentante pro tempore) – Ordinanza prot. n. 45994/17 del 6 marzo. Mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (10.000 Euro);
  • Mattioli & Carella Studio Assicurativo s.r.l. (in persona del liquidatore) – Ordinanza prot. n. 47787/17 del 7 marzo. Mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (1.000 Euro);
  • Marco Bartolozzi – Ordinanza prot. n. 51606/17 del 13 marzo. Mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (3.000 Euro);
  • Nuova Pretuziana Assicurazioni e Finanziamenti s.n.c. di Roberto Artese & Luca Artese (in persona del legale rappresentante pro tempore) – Ordinanza prot. n. 51612/17 del 13 marzo. Mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (5.500 Euro);
  • Bruno Alese (in qualità di rappresentante e liquidatore della Alese Bruno s.a.s di Alese Bruno & C.) – Ordinanza prot. n. 51696/17 del 13 marzo. Mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (6.666,67 Euro);
  • Mauro Anelli – Ordinanza prot. n. 51698/17 del 13 marzo. Mancato rispetto delle regole di comportamento in materia di informativa precontrattuale e conservazione della documentazione contrattuale (1.000 Euro);
  • Studio Tre G s.a.s. di Gardoni Rossana – Ordinanza prot. n. 53991/17 del 15 marzo. Mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (2.000 Euro);
  • Arnaldo Canti – Ordinanza prot. n. 53994/17 del 15 marzo. Mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 24 occasioni (72.000 Euro);
  • Massimo Leinardi – Ordinanza prot. n. 55086/17 del 16 marzo. Mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in nove occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (30.000 Euro);
  • Rita Gabrielli – Ordinanza prot. n. 55093/17 del 16 marzo. Mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in sette occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (41.000 Euro);
  • SI.TO. s.r.l. (società in fallimento, in persona del curatore fallimentare) – Ordinanza prot. n. 59222/17 del 22 marzo. Mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni (7.000 Euro);
  • Massimiliano Sangalli – Ordinanza prot. n. 59226/17 del 22 marzo. Mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in cinque occasioni (10.000 Euro);
  • Emmetre s.r.l. – Ordinanza prot. n. 59228/17 del 22 marzo. Mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della cessazione di un rapporto di collaborazione (1.000 Euro);
  • Ronzoni & Partner s.p.a. – Ordinanza prot. n. 61305/17 del 24 marzo. Mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della cessazione di un rapporto di collaborazione (1.000 Euro);
  • R.B. Assicurazioni di Robbiano e Bettinelli s.n.c. (in persona dei legali rappresentanti) – Ordinanza prot. n. 61317/17 del 24 marzo. Mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della cessazione di un rapporto di collaborazione (3.000 Euro);
  • Intermediaretail Broker Assicurativo s.a.s. di Faraone Vincenzo – Ordinanza prot. n. 63622/17 del 28 marzo. Mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della cessazione di un rapporto di collaborazione (3.000 Euro);
  • Maria Ricciotti – Ordinanza prot. n. 63624/17 del 28 marzo. Mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (2.000 Euro);
  • Stefano Luchetti – Ordinanza prot. n. 63626/17 del 28 marzo. Mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in tre occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (5.000 Euro);
  • BFT s.a.s. di Benedetti Davide e C. (in persona del socio accomandatario e rappresentante legale) – Ordinanza prot. n. 63627/17 del 28 marzo. Mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni (6.000 Euro);
  • Mauro Grandicelli – Ordinanza prot. n. 66022/17 del 30 marzo. Mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, dell’inizio di un periodo di inoperatività (2.000 Euro);
  • Massimiliano Rao – Ordinanza prot. n. 66026/17 del 30 marzo. Mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in nove occasioni (21.500 Euro);
  • Giampiero Bachini – Ordinanza prot. n. 66027/17 del 30 marzo. Mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 57 occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (58.000 Euro);
  • Sai Mogliano Veneto s.n.c. di C. De Cleva & M. Lombardo (in persona del legale rappresentante e liquidatore) – Ordinanza prot. n. 66028/17 del 30 marzo. Mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale in due occasioni e mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in otto occasioni (66.667 Euro).

Intermedia Channel

Related posts

Top