Campus Party 2018, AXA Italia dialoga con Millennials e Generazione Z “per disegnare insieme il futuro del lavoro”

Campus Party Italia 2018 - Datawall AXA Imc

Campus Party Italia 2018 - Datawall AXA Imc

Dalle opinioni raccolte fra i partecipanti all’evento (in collaborazione con Kantar Insights) emergono grande ottimismo e fiducia nel futuro. La professionalità è la priorità per i giovani intervistati, che segnalano anche una discreta spinta all’imprenditorialità. Le aziende più attrattive? Quelle aperte al cambiamento e in grado di innovare. Oltre ad una indagine effettuata via tablet, un data wall ha raccolto in modo interattivo le risposte di alcuni ospiti del Campus

In occasione di Campus Party Italia, svoltosi a Milano dal 18 al 22 luglio scorso, AXA ha organizzato un punto di ritrovo – #AXACafè – in collaborazione con Kantar Insights per discutere e analizzare cosa pensano Millennials e Generazione Z del futuro e di come debba essere il posto di lavoro ideale.

Fra i temi discussi, alcuni degli elementi emersi dalla raccolta di opinioni* condotta tra i ragazzi ospiti di Campus Party, principalmente neolaureati e studenti universitari, i cui risultati sono stati rilevati all’interno del campus non solo via tablet ma anche con un data wall (nella foto) che ha raccolto le risposte “in modo interattivo e inusuale”.

Il 30% degli intervistati si dichiara apertamente ottimista e un 50% si sente fiducioso verso il futuro. Un futuro dove essere professionisti di successo è un valore e una priorità. Rilevante anche il desiderio di creare una propria impresa. La famiglia rimane comunque una priorità importante per un intervistato su cinque, una famiglia che va intesa, più che nel senso tradizionale del termine, come sistema di affetti e valori condivisi.

Per la maggior parte degli intervistati (50%), le aziende, per essere attrattive, devono essere “innovative e aperte al cambiamento”. Altre caratteristiche importanti (17% dei rispondenti) rimangono solidità e affidabilità e si conferma l’attenzione delle nuove generazioni nei confronti della sostenibilità, intesa anche come attenzione verso i dipendenti e condivisione dei valori.

La discussione, spiegano da AXA Italia, ha evidenziato come le nuove generazioni sembrino essere più attratte da modalità di lavoro condivise, maggiore flessibilità, minori gerarchie, burocrazia e centralizzazione. Le aziende devono quindi tenere in considerazione che il coinvolgimento di Millennials (e in futuro, Centennials) passerà per nuovi modelli operativi con una maggiore propensione alla contaminazione e alla semplificazione dei modelli decisionali.

Spunti interessanti “che invitano le aziende a trovare il giusto mix per integrare aspettative e modalità di approccio al lavoro di generazioni diverse, consentendo alle persone di costruire il futuro che desiderano e realizzare le proprie ambizioni”.

Intermedia Channel


* Le informazioni condivise sono relative ad una raccolta di opinioni condotta via tablet sui partecipanti all’evento che si sono resi disponibili a rispondere ad alcune domande effettuate da personale dell’organizzazione di Campus Party. Sono stati ascoltati 226 individui intervenuti all’evento fra il 18 ed il 22 luglio 2018 durante la manifestazione

Related posts

Top