Carige, il caso della quota Malacalza. Apollo contesta i diritti di voto sul 17%

Apollo Global Management (2)

Apollo Global Management (2)(di Andrea Fontana – Il Sole 24 Ore Radiocor / Il Sole 24 Ore)

Arriverà entro 2-3 giorni la decisione del Tribunale di Genova sulla richiesta d’urgenza presentata dal fondo Apollo per chiedere l’inibizione dei diritti di voto sulla quota del 17% di Banca Carige detenuto da Malacalza Investimenti e, in subordine, la sterilizzazione delle posizioni superiori al 10,5%. E’ quanto riferiscono fonti legali dopo l’udienza di questa mattina. Martedi 28 marzo è in programma l’assemblea degli azionisti di Carige chiamata ad approvare il bilancio 2016 ma anche a votare l’azione di responsabilità verso gli ex vertici, Cesare Castelbarco Albani e Piero Montani, e verso l’ex presidente Giovanni Berneschi. A quanto si apprende, la mossa di Apollo seguirebbe l’ingresso del fondo – che ha anche un contenzioso in corso con Banca Carige sugli accordi commerciali relativi alle ex compagnie assicurative dell’istituto ligure – nell’azionariato della banca con una piccola partecipazione.

Questa mattina (ieri, ndIMC) si è tenuta l’udienza sulla richiesta ex articolo 700 del codice di procedura civile presentata da Apollo. Nella azione legale presentata, si sostiene che Malacalza Investimenti, socio di Carige con il 17% circa, abbia ottenuto l’autorizzazione da Bce solo per il primo 10,5% acquistato da Fondazione Carige nei primi mesi del 2015, ma non abbia chiesto il via libera per le ulteriori quote acquistate nei mesi successivi: questo ulteriore rafforzamento, secondo i legali dei fondi, sarebbe stato invece decisivo per permettere alla famiglia Malacalza il controllo di fatto sull’istituto. I legali della Malacalza Investimenti, oltre a quelli di Carige e di Fondazione Carige, hanno invece replicato che l’esame dell’azione di Apollo non sarebbe compatibile con un provvedimento di urgenza come quello presentato e, in secondo luogo, che risulta difficile stabilire a quale quota azionaria sia ascrivibile l’esistenza di controllo di fatto nell’attuale assetto di Carige.

Malacalza Investimenti è il primo azionista di Carige seguito da Gabriele Volpi, titolare del 6% attraverso Compania Financiera Lonestar.

Related posts

Top