CARO VITA: ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI IN PIAZZA IL 18 SETTEMBRE

Adiconsum, Adoc, Adusbef, Cittadinanzattiva e Federconsumatori chiederanno al Governo di individuare misure «che portino necessariamente a una decisa ripresa dell’economia nazionale». Nel mirino anche maggiori controlli sull’andamento dei prezzi e delle tariffe.  

«Speculazioni sui prezzi, aumento incredibile della tassazione e delle tariffe, costo dei carburanti a livelli da record: sono solo alcuni dei problemi che le famiglie e i cittadini devono affrontare quotidianamente. Il blocco dei consumi, la disoccupazione e la mancanza di aspettative per il futuro impediscono ogni rilancio dell’economia». È quanto scrivono in un documento congiunto Adiconsum, Adoc, Adusbef, Cittadinanzattiva e Federconsumatori che il prossimo 18 settembre organizzeranno un presidio davanti al Parlamento, in piazza Montecitorio, per richiedere al Governo l’attuazione immediata di alcune misure «ormai inevitabili»:

– La riduzione della tassazione per famiglie, cittadini e imprese;

– La realizzazione dell’accisa mobile, uno strumento in grado di riequilibrare la tassazione attraverso una diminuzione dell’accisa quando aumenta l’Iva sul prezzo industriale della benzina, a causa dell’andamento del costo del petrolio;

– Maggiori controlli sull’andamento dei prezzi e delle tariffe, disponendo un vero e proprio blocco a ulteriori aumenti;

– La costituzione di una task force costituita da tutte le forze dell’ordine per un incremento della lotta all’evasione ed elusione contributiva e fiscale;

– L’introduzione anche nel settore dei servizi pubblici locali di misure a favore delle fasce reddituali più deboli mediante il sistema delle tariffe sociali;

– Detassazione dei costi del lavoro, a vantaggio di lavoratori e imprese.

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top